Vuelta 2015: dal 22 agosto al 13 settembre il giro di Spagna con Nibali e Aru contro Froome e Quintana, la rivincita del Tour de France

Di GIANCARLO COSTA ,

Vuelta Espana 2015
Vuelta Espana 2015

E' il terzo dei grandi giri, quelli che si disputano sulle 3 settimane di gara, dopo il Giro d'Italia e il Tour de France. Rispetto a Giro e Tour la Vuelta ha tappe più corte e quindi più intense con tanti arrivi in salita, cosa ormai usuale al Giro e da quest'anno anche al Tour. Peccato che la RAI non abbia comprato i diritti per trasmettere in diretta questa corsa, che negli ultimi anni ha visto gli italiani protagonisti. Vincenzo Nibali ha vinto nel 2010 ed è arrivato secondo nel 2013, Fabio Aru ha vinto due tappe l'anno scorso ed è arrivato quinto nella Vuelta vinta da Contador. Contador che non sarà al via, dopo Giro (vinto) e Tour (quinto), è l'unico assente tra i big delle corse a tappe, che qui vogliono prendersi la terza fetta della torta dei “grandi giri” dopo i successi di Contador al Giro e di Froome al Tour. L'Astana forse ha al via la squadra più forte (Nibali, Aru, Landa, Tiralongo, Rosa, Luis Leon Sanchez), bisognerà vedere se le due punte e mezzo, Nibali, Aru e Landa, riusciranno a coesistere, aiutarsi e fare classifica, magari con l'obbiettivo di portare a casa la maglia “Amarillo” e non accontentarsi di successi di tappa e gradini del podio come all'ultimo Giro d'Italia. Sicuramente gli arrivi in salità saranno uno spettacolo, con gli scontri frontali tra Quintana, Froome, Nibali e Aru, magari con Tejay Van Garderen nel ruolo di guastafeste, visto che vorrà rifarsi della delusione del ritiro al Tour de France quand'era terzo.

Il via, sabato 22 agosto, con la prima tappa la cronometro a squadre da Puerto Banus a Marbella per un percorso di 7,4 Km, adatto ai velocisti visto i pochi saliscendi. Dalla seconda tappa si cominceranno a vedere le salite con un arrivo in montagna di terza categoria. Il 2 settembre si correrà una tappa con ben 6 gran premi della montagna, si prevede una grande selezione. Ma sarà solo l'inizio, perché nelle successive tappe della Vuelta 2015 ci saranno almeno tre arrivi in salita molto impegnativi.

Potrebbe essere decisiva la crono individuale di Burgos, 39 km pianeggianti, che potrebbe favorire corridori come Nibali e Froome capaci a cronometro di fare la differenza sugli altri scalatori.

Queste le 21 tappe che si disputeranno dal 22 agosto al 13 settembre, con partenza da Marbella e arrivo nella capitale Madrid.

Tappa 1

August 22, 2015

Porto Banus - Marbella

7.4 km

Tappa 2

August 23, 2015

Alhaurin de la Torre - Caminito del Rey

158.7 km

Tappa 3

August 24, 2015

Mijas - Málaga

158.4 km

Tappa 4

August 25, 2015

Estepona - Vejer de la Frontera

209.6 km

Tappa 5

August 26, 2015

Rota - Alcalá de Guadáira

167.3 km

Tappa 6

August 27, 2015

Cordoba - Cazorla

200.3 km

Tappa 7

August 28, 2015

Jodar - La Alpujarra

191.1 km

Tappa 8

August 29, 2015

Puebla de Don Fabrique - Murcia

182.5 km

Tappa 9

August 30, 2015

Torrevieja - Cumbre del Sol

168.3 km

Tappa 10

August 31, 2015

Valencia - Castellón

146.6 km

Giorno di riposo 1

September 01, 2015

Andorra - Andorra

Tappa 11

September 02, 2015

Andorra la Vella - Cortals d'Encamp

138 km

Tappa 12

September 03, 2015

Escaldes-Engordany. Andorra - Lleida

173 km

Tappa 13

September 04, 2015

Catalayud - Tarazona

178 km

Tappa 14

September 05, 2015

Vitoria/ Alto Campoo - Fuente del Chivo

215 km

Tappa 15

September 06, 2015

Comillas - Sostres. Cabrales

175.8 km

Tappa 16

September 07, 2015

Luarca - Ermita del Alba. Quirós

185 km

Giorno di riposo 2

September 08, 2015

Burgos - Burgos

Tappa 17

September 09, 2015

Burgos - Burgos

38.7 km

Tappa 18

September 10, 2015

Roa - Riaza

204 km

Tappa 19

September 11, 2015

Medina del Campo - Ávila

185.8 km

Tappa 20

September 12, 2015

San Lorenzo de El Escorial - Cercedilla

175.8 km

Tappa 21

September 13, 2015

Alcalá de Henares - Madrid

98.8 km

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti