Vittorie di Luca Braidot e Chiara Teocchi nel ciclocross nazionale di Schio (VI)

Di GIANCARLO COSTA ,

Luca Braidot vincitore a Schio (foto federciclismo)
Luca Braidot vincitore a Schio (foto federciclismo)

Una bella giornata di sole ha aperto il “Trofeo Selle SMP Master Cross”, che in quel di Schio ha debuttato con la gara nazionale “6° Trofeo Città di Schio” nel consueto percorso adiacente le piscine comunali, molto tecnico e vario, simile ai cross svizzeri. Più di 400 gli atleti al via, nutrita anche la partecipazione amatoriale, vista l’assegnazione dei titoli nazionali per Vigili del Fuoco e dei titoli provinciali vicentini, oltre all’assegnazione, in quanto gara nazionale, di punti top class.

Percorso molto vario, viscido quanto basta per esaltare le capacità di guida dei partecipanti, con scalinate da fare a piedi, su e giù, curve e rilanci, discese ripide che hanno reso le gare molto combattute ed affascinanti, complice anche la qualità dei partecipanti, con i migliori interpreti della disciplina a darsi battaglia.

Nella gara clou, quella degli open, un trenino di 7 elementi è rimasto compatto per buona parte di gara, con attacchi alternati dei fratelli Braidot e di Tabacchi (Forestale), di Ponta (Esercito- Selle SMP Dama Merida) e di Paccagnella (Corratec). Sembrava si dovesse attendere un epilogo in volata, quando è riuscito a sganciarsi il campione italiano Luca Braidot, che andava a vincere sul fratello Daniele e su Marco Ponta (nella foto di Alessandro Billiani l’arrivo). Ottimo quarto assoluto, sempre davanti con i migliori, è giunto Nadir Colledani (Trentino Rosa Anima Nera) primo under 23. Seguono Thomas Paccagnella, Lorenzo Samparisi (Selle SMP Dama Merida) secondo Under 23 e Martino Fruet (Carraro Team Trentino). Il terzo Under 23, 8° assoluto, è Tommaso Caneva (Sportivi del Ponte).

La gara juniores ha visto la vittoria dell’azzurro Federico Mandelli (MTB Increa) su Giorgio Rossi (I. Idro Drain Bianchi) ed Edoardo Nichele (Sc Padovani), autore nel finale di un’ottima rimonta su Daniel Smarzaro (Carraro Team Trentino) che gli ha consentito di salire sul podio.

La gara donne open ha visto la giovane under 23 Chiara Teocchi (I. Idro Drain Bianchi) imporsi fin dalla prima tornata, tallonata dalla forestale Alessia Bulleri giunta seconda. Terza Anna Oberparleiter (Carraro Team Trentino). Tra le juniores successo netto di Sofia Beggin (Breganze) su Letizia Borghesi (Carraro Team Trentino) ed Alessia Dal Magro (Sportivi del Ponte).

Tra le master successo per la tricolore Chiara Selva (Spezzotto).

Nella Fascia 3 a primeggiare è stato Aldo Mares (Sc Alpago) su Claudio Dovigo (Benato) e Fabrizio Stefani (Rudy Project Pedali di Marca).

Nella Fascia 2 vittoria di Flavio Zoppas (Vimotorsport) su Sergio Giuseppin (Delizia Bike) e Paolo Perini (Altair).

Nella Fascia 1 il leader di giornata è Carmine Dal Riccio (Sunshine), che batte Diego Lavarda (Torrebelvicino) ed Alessandro Zabeo (Due Torri Rovigo).

Gli allievi 2° anno hanno visto il successo di Filippo Zana (Contri Autozai) su Alberto Brancati (Caprivesi) e Lorenzo De Vettori (Sorgente Pradipozzo).

Tra gli allievi al primo anno vittoria di Filippo Fontana (Sanfiorese) ottimo 2° assoluto, su Tommaso Dalla Valle (Sportivi del Ponte) e Samuele Carpene (Val D’Illasi). Gli esordienti al 2° anno hanno visto l’ennesima vittoria di Michele Chiandussi (Trentino Rosa Anima Nera) su Nicolò Buratti (Pedale Manzanese) e Nicholas Caruzzi (Team Granzon).

Il podio allieve è il seguente: la tricolore Sara Casasola (Trentino Rosa Anima Nera) batte Matilde Bolzan (Girelli) e Francesca Selva (Libertas Scorzè). Patrizia Critelli (Cardano) è la prima tra le donne esordienti, seconda Marina Guadagnin (Sportivi del Ponte) e terza Beatrice Pozzobon (G.S. Mosole).

Fonte federciclismo

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti