Vigneti Oltrepò Marathon (PV), vincono Andrea Gallo e Olga Cappiello

Di MARCO CESTE ,

Andrea Gallo
Andrea Gallo

Sole e primo caldo (e afa) dell'anno. La 4a Vigneti Oltrepò Marathon ritrova Voghera come sede di partenza e arrivo e, al posto della pioggia, trova la canicola. In griglia, in Via Martiri della libertà, si presentano 1290 dei 1515 iscritti. Davanti a tutti, nella quinta prova di Coppa Piemonte, c'è Evgeni Berzin, il russo che abita nel pavese, che vinse il Giro d'Italia 1994 e che non ha mai smesso di amare la bicicletta. Il caldo asfissiante detta regole e ritmi di gara quasi a tutti. Non ad Andrea Gallo che ha vinto la terza gara del circuito di Coppa Piemonte.

L'ex dilettante di San Damiano d'Asti saluta tutti sulla salita di Capanne di Cosola, tetto della corsa a quota 1400 metri. Attacca al secondo degli undici chilometri di salita, prima insieme a Luigi Tarchini poi da solo. Fa il vuoto e in discesa incrementa il vantaggio. Da Cantalupo Ligure al traguardo mancano ancora cinquanta chilometri. Gallo (Pedala Sport Canale) imposta un ritmo e lo tiene sino al traguardo che taglia dopo quattro ore 42'13" e 158 chilometri di gara con 8'48" di vantaggio sul biellese Roberto Napolitano (Team Cinelli Santini) che in volata batte il milanese del Team Ucsa Paolo Castelnovo. Tutti e due arrivano stremati con Castelnovo che rimane nella tenda del personale paramedico per una buona mezz'ora. Passa mezzo minuto e arriva Andrea Natali (Team Orobica), che chiude a 9'26", e precede Luigi Tarchini (Team Isolmant Colpack) vincitore della volata per la quinta posizione su Enrico Dogliotti, Andrea Centenato e Stefano Consolino.

Nella mediofondo stesso copione: Giulio Magri, lombardo di Bergamo, e Marco Battaglia, piemontese di Seravalle Scrivia, se ne vanno sulla prima salita, dopo 20 chilometri di gara. Vanno d'amore e d'accordo e la fuga prende piede arrivando ad avere 1'05" su un gruppetto di una decina di uomini. Prima di Montemarzino da dietro si organizzano. Magri, 35 anni, di Bergamo, un passato da dilettante nella Bergamasca e di sfide con Michele Scarponi, capisce che è salita nella quale può fare la differenza. Accelera, stacca Battaglia e si sciroppa i 25 chilometri finali come se fossero una cronometro. Il lungo viale di arrivo di Voghera è una passerella: Magri (Team Isolmant Colpack) vince a braccia alzate in due ore 49'12" dopo aver percorso 103 chilometri di gara con 1'01" sul cuneese quarantacinquenne Danilo Riva (Roero Speed Bike) che regola i 13 uomini del gruppetto inseguitore precedendo il ligure Tiziano Bardi (Team Giant Sport Solution), l'altro ligure Marco Remo Santoro (Quinto al Mare) e Luca Marchesini (Team Sto-Metronotte).

Tra le donne non c'è lotta. La parmense Ilaria Lombardo (Polisportiva Cral Vigili del Fuoco) cercava la sfida con Olga Cappiello ma parte in terza fila, tira per tutto il primo tratto di gara e quando raggiunge Cappiello capisce che non ce la farebbe a tenere quel ritmo per il resto del percorso lungo. Così mette la freccia e gira per il medio che va a vincere in tre ore  e 10" con 5'39" di vantaggio sulla cuneese Erica Magnaldi (Atelier della Bici; già prima al Galibier e alle Valli Monregalesi) che batte in volata la valenzana Raffaella Palombo (Team Cinelli Santini).

Nella grandondo Olga Cappiello (Team Cinelli Santini) vince la quinta gara della stagione con una gran fatica. La torinese patisce il caldo, tiene duro e chiude dopo cinque ore 36'26" con 6'46" sulla compagna di team, la novarese Sabrina De Marchi, e 21' 14" su Elena Elisa Ugo (Gs Passatore). Nella classifica per società a vincere è di nuovo il gruppo sportivo Passatore con 6559 chilometri; secondo posto per Jolly Europrestige con 3784 chilometri; terzo per Briko Squadra Corse con 3475 chilometri.

La 4a Vigneti Oltrepò Marathon era valida anche come prova unica di campionato italiano Asc (Attività Sportive Confederate). A vincere nella mediofondo sono stati Carlo Garbognoli e Tiziana Tagliabue (Team Riboni Mokasir); nella granfondo successo per Andrea Centenaro (Gruppo Ciclistico Varzi). Dopo cinque tappe di Coppa, Magnaldi è sempre in testa tra le Donne 1, Daniela Di Prima (Belgioioso) tra le Donne 2, Domenico Ricci (HIbiscus) tra i Gentlaman, Romolo Gentile (CC Piemonte) tra i M1, Giovanni Villano (Edilcase 05) tra gli M2, Jacopo Padoan (71 Sport Team) tra i Seniores, Letterio Lo Galbo (Polisportiva Com.) tra i SuperG, Stefano Prandi (Marchisio Bici) tra i V1 e Giuseppe Raviola (Area 231) tra i V2.  Nella granfondo De Marchi è leader tra le Donne 1, Sabina Monaco (Passatore) tra le Donne 2, Massimo Zocchi (New Team) tra Gentleman, Marco Silumbra (Team Giant/Sport Solution) tra gli M1, Enrico Dogliotti (Team Edilcase 05) negli M2, Gallo tra i Seniores, Giovanni Fedrigo (Zard Cavallino Rosso) nei SuperG, Luca Bertero (Passatore) nei V1 e Marco Giusto (Marchisio Bici) nei V2.  

Ufficio Stampa Coppa Piemonte



Può interessarti