La Vigneti d’Oltrepo Marathon a Federico Profeti e Olga Cappiello, Gentile vince la sua prima mediofondo, Lombardo al femminile

Di GIANCARLO COSTA ,

Andrea Gallo e Federico Profeti in fuga nella Vigneti d’Oltrepo Marathon (foto acmediapress)
Andrea Gallo e Federico Profeti in fuga nella Vigneti d’Oltrepo Marathon (foto acmediapress)

Buona la prima. Federico Profeti sbarca in Coppa Piemonte e vince in volata davanti ad Andrea Gallo la Vigneti d’Oltrepo Marathon (5° prova). L'ex pro della Selle Italia e dell'Amore e Vita – ha corso anche il Giro d'Italia del 1998 – è andato in fuga insieme al piemontese di San Damiano d'Asti dopo 80 chilometri di gara, all'inizio della salita più lunga e impegnativa della gara, Capanne di Cosola. «Abbiamo collaborato e tirato un po' per uno. Sono uno che va bene in salita ma sono anche veloce in volata». Quarantatré anni, livornese, è alla seconda vittoria stagionale. Gallo ha provato a tenere la ruota del toscano. «Avevo tentato di staccarlo sulla salita di Capanne ma non ci sono riuscito. Mi sarebbe piaciuto arrivare insieme». Profeti (Team Promotech Shop) ha vinto in quattro ore 56'14” con 3” su Gallo (Pedalasport Area 231), 2'52” sul piemontese Enrico Dogliotti (Team Edilcase) che ha battuto in volata il valdostano del Benato Federico Agostino. La volata del gruppetto inseguitore è stata vinta da Giulio Verlicchi (Team Amplifon), quinto assoluto. Tra le donne la torinese Olga Cappiello (Team De Rosa Santini) ha dominato in cinque ore 35'39” con 22' sulla compagna di team Sabrina De Marchi e 28'43” su Loredana Porru (Team Trapletti-La Pace).

Sono poco meno di 1000 i ciclisti che alle 9,30 di domenica mattina hanno iniziato a pedalare in direzione Salice Terme. La Vigneti Oltrepo Marathon si anima subito. Romolo Gentile e Tiziano Bardi allungano dopo pochi chilometri. La gara del percorso medio finisce lì. Bardi viene riassorbito dal gruppo, Gentile (CC Piemonte) resta da solo già sulla salita di Sant'Albano e continua da solo sino al traguardo che taglia dopo 108 chilometri in due ore 56'29” alla media di 36,72 chilometri orari con 1'47” su un gruppone di diciassette uomini. È volata vera con Lorenzo Balducci (Team Sabbionere) che precede il valdostano del Benato Mattia Luboz e il torinese dell'Edilcase vincitore del Giro delle Valli Monregalesi Aldo Ghiron. «Sono al settimo cielo – ha detto Gentile, carrozziere torinese -. È la mia prima vittoria in Coppa Piemonte. Sono stato bravo a capire quand'era il momento giusto per uscire dal gruppo».Tra le donne gara in solitaria per Ilaria Lombardo (Team Perini Bike). La parmense, al quarto successo stagionale, ha dominato in tre ore 11'17” con 9'15” su Valentina Natali (Bicistrore Cycling Team) che ha battuto in volata Monica Cuel (Team Chiappucci Asnaghi).

I leader di Coppa Piemonte dopo 5 prove sono i mediofondisti Loredana Girello, Tamara Rollini, Guido Balocco, Aldo Balducci, Cristiano Fantini, Aldo Ghiron, Roberto Piva, Danilo Riva, Massimo Grappeja e i granfondisti Elena Elisa Ugo, Cappiello, Domenico Ricci, Alberto Botasso, Enrico Dogliotti, Andrea Gallo, Giovanni Fedrigo, Roberto Cenci e Marco Capello.

La Vigneti Oltrepo Marathon era valida anche come prova unica del Campionato Italiano Asc. Hanno vinto il titolo tricolore: i mediofondisti Tiziana Tagliabue, Lorenzo Balducci, Aldo Balducci, Giacomo Greco, Mirko Sarzi Amade, Gianluca Cireddu, Italo Marchetti e Roberto Piva; i granfondisti Mauro Liuni, Lorenzo Alladio, Ciro Demarinis, Damiano Chiesa e Mauro Bonamici.

Tra le società nuova vittoria per il Gruppo Sportivo Passatore con 6934 chilometri, davanti ai Brontolobike, secondi con 4595, e ai Jolly Europrestige, terzi con 2922.

Fonte acmediapress

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti