Val di Fassa Bike di Moena (TN), successi di Juri Ragnoli e Jenny Fay

Di MARCO CESTE ,

Juri Ragnoli
Juri Ragnoli

Ragnoli-Fay è la nuova coppia d’oro alla Val di Fassa Bike di Moena, in Trentino, sulle Dolomiti. Sia il bresciano che l’irlandese non avevano mai vinto la prova marathon sulle Dolomiti che oggi ha celebrato anche i successi di Ivan Degasperi e Debora Coslop nel percorso Classic di circa 45 km e di Eleonora Serafin e Massimo D’Antonio nello Short di poco superiore a 30 km.
La mattinata si era aperta con il cielo coperto di Moena e 1400 biker raccolti in zona campo sportivo. Tra le punte di diamante convocate oggi c’erano un ex campione olimpico come Miguel Martinez, gli ex iridati marathon Paulissen, Ilias e Debertolis, un ex campione europeo come Alexey Medvedev, i temibili colombiani Paez, Botero Salazar e Arias Cuervo, e tanti primi della classe nostrani come Celestino, Deho, Mensi, Longo, Cominelli, Franzoi, Pallhuber e Costa. Oltre a questi, anche alcuni protagonisti della UCI Mtb Marathon Series, ovvero la Coppa del Mondo Marathon, si leggano Steffen Thum, Soren Nissen, Simon Gegenheimer e Matthias Leisling tra i tanti.

La partenza della gara. Di rado si sono visti tanti big alla Val di Fassa Bike.

Pronti via, e dopo la passerella nel centro di Moena tutti su lungo la ski-weg dell’Alpe Lusia, uno zig-zag di 6 km circa con pendenze che toccano il 34% per arrivare fino al GPM a quota 2206 metri. Lassù i primi a transitare sono stati Tony Longo (44’21” il suo tempo di risalita) ed Elena Giacomuzzi, bravi ad interpretare meglio di chiunque altro quello che a giusta ragione è considerato come il tratto più ostico dei 60 km abbondanti di gara marathon. Più duro, ma non decisivo, però, visto che già dalla discesa seguente e soprattutto nella successiva salita verso la località Pociace l’andamento di gara stava per subire uno scossone. Il campione italiano marathon in carica Ragnoli era fino a quel momento rimasto ad osservare le mosse degli sfidanti, Mensi, Longo e Paez in particolare, ma quello era il momento di attaccare. Così alla fine della seconda ascesa si era formato un terzetto capeggiato da Longo, ma con i due della Scott, il bresciano e Mensi, a ruota.

Ragnoli ha saputo gestire molto bene la gara. Sul Lusia è transitato per primo Tony Longo, ma Ragnoli era lì.

Lungo la discesa tecnica Ragnoli era il più abile e dava inizio al suo personale show. Chilometro dopo chilometro i secondi di vantaggio sulla coppia Paez-Longo (gli unici a tenere botta) aumentavano e i successivi transiti per Soraga, Pozza, Terre Rosse, Moena e le malghe Panna e Peniola, confermavano la magica giornata del bresciano. All’arrivo, Ragnoli si è presentato in completa solitudine con un distacco di 37” su Paez e quasi un minuto su Tony Longo, con l’ex campione mondiale Ilias quarto.

Tony Longo il traina il gruppo.

La gara femminileLa Val di Fassa Bike al femminile era pronta a celebrare un nuovo successo per la trentina Elena Giacomuzzi (vincente nel 2008 e 2009) la quale, però, dopo aver cavalcato la testa di gara per oltre 40 km, ha dovuto alzare bandiera bianca per due principali motivi. Da un lato, l’azione straordinaria dell’irlandese Jenny Fay (incappata anche in una caduta), e dall’altro i crampi che l’hanno colta alla sprovvista a due terzi di gara.

La Fay all’arrivo dopo una gara praticamente solitaria al comando.

La Fay ha corso praticamente sempre in solitaria, e grazie al mese trascorso in altura per preparare gli imminenti campionati marathon del suo paese è riuscita a “carburare” meglio di tutte e approfittare dello sbandamento dell’avversaria per superarla. Negli ultimi 15 km, con la pioggia a rendere il tutto più insidioso e “fresco”, l’irlandese che vive in Australia ha pedalato con tenacia e sicurezza e si è presentata in fondo con il tempo di 3.57’14”. Elena Gaddoni, seconda e febbricitante, ha incassato un ritardo di quasi 4 minuti, e ha preceduto di oltre 3’30” la Giacomuzzi.

La gara della Gaddoni è stata penalizzata da uno stato febbrile dell’atleta Frm.
Il secondo posto quindi suona come un grande risultato.

La Val di Fassa Bike di oggi è stata penultima prova di Trentino MTB e al comando tra gli élite del circuito si sono confermati Lorenza Menapace e Johann Pallhuber. Queste le altre maglie di leader tra i master: Zampedri (Elite-Sport), Degasperi (M1), Degiampietro (M2), Ludwig (M3), Gilberti (M4), Dellagiacoma (M5), Janes (M6), Felder (Junior).
Con la gara di Moena si sono anche chiusi il Marathon Tour FCI (vittoria per Elena Gaddoni e Leonardo Paez) e l’Alpine Pearls MTB Cup (vincono Andrea Comola e Chiara Mandelli).

Classifiche
Marathon maschile:
1º Ragnoli Juri Scott Racing Team 03:01:50, 2º Paez Leon Hector Leonardo Tx Active Bianchi 03:02:27; 3º Longo Tony Tx Active Bianchi 03:02:43; 4º Ilias Periklis Team Full-Dynamix 03:05:46; 5º Mensi Daniele Scott Racing Team 03:08:18; 6º Pernsteiner Hermann Team Rad.Sport.Szene Ausseerland 03:08:23; 7º Arias Cuervo Diego Alfonso Ktm Stihl Torrevilla Mtb Asd 03:09:08; 8º Paulissen Roel Tony Torpado Surfing Shop 03:09:28; 9º Ronchi Luca Avion Axevo Mtb Pro Team 03:10:13; 10º Medvedev Alexey Team Full-Dynamix 03:10:22

Marathon femminile:1ª Fay Jenny Swell Specialized 03:57:14; 2 Gaddoni Elena Frm Factory Racing Team 04:01:08; 3 Giacomuzzi Elena White Moon 04:04:43; 4 Kollmann Christina Team Radsport Szene 04:06:13; 5 Krenslehner Verena Rad Club Reutte 04:15:07; 6 Incristi Antonella Ki.Co.Sys Cussigh Bike Ermetic Serramenti 04:19:09; 7 Menapace Lorenza Titici Lgl Pro Team 04:20:40; 8 Zocca Lorena Sc Barbieri 04:22:11; 9 Paolazzi Claudia Bergner Brau – Unterthurner 04:23:31; 10 Dosa Ester Vitalitas Se Scot Nutrixxion 04:24:17

Classic maschile:1 Degasperi Ivan Team Todesco 02:28:05; 2 Zamboni Andrea Bergner Brau – Unterthurner 02:31:59; 3 Ludwig Stefan Bren Team Trento 02:32:00; 4 Segata Claudio Bren Team Trento 02:33:04; 5 Degiampietro Rolando Bren Team Trento 02:37:23; 6 Campi Stefano Bergner Brau – Unterthurner 02:37:24; 7 Zampedri Andrea Asd Supreme Cycling Team 02:38:13; 8 Janes Silvano Bergner Brau – Unterthurner 02:38:29; 9 Della Dora Gabriele Grana Padano Bike Team 02:38:38; 10 Zampedri Luca Sc Pergine 02:38:58

Classic femminile:1 Coslop Debora Team Bsr 03:20:53; 2 Segalla Michela Team Giuliani Cicli Arco 03:29:33; 3 Damato Patrizia Team Bsr 03:30:55; 4 Fasolis Costanza Cicli Dedonato Road Runners 03:38:14; 5 Carboni Elisabetta A.S.D. Green Devils Team 03:47:32; 6 Sparber Karin Mtb Lomazzo 03:55:05; 7 Carrara Silvia Asd Team Zeta 04:29:03

Short maschile:1 D’Antonio Massimo Team Andreis Cicli 01:43:50; 2 Argani Luca Prakash Team Bsr 01:46:14; 3 Varesco Alfredo Racing Team Fiemme Fassa 01:53:32; 4 Sellan Reno Team Full-Dynamix 02:00:22; 5 Galter Cristian Gs Lagorai Bike 02:02:39; 6 Giuliani Matteo L’arcobaleno Carraro Team 02:03:41; 7 Frizzera Massimo Asd Tridentum Bike 02:04:19; 8 Fasolo Daniel Individuale 02:08:14; 9 Felicetti Alessandro L’arcobaleno Carraro Team 02:10:12; 10 Casadei Andrea Pedale Cesenate – Cicli Neri 02:13:13

Short femminile:1 Serafin Eleonora Ass.Sportiva Eurosport 02:26:26; 2 Sopranzi Laura Acd Sc Centro Bici Team Terni 02:26:28; 3 Di Candia Valentina Gs Croceverde Orrinuovi 02:31:30; 4 Gagliardi Elisabetta Deka Trial Bike Club 02:52:19; 5 Lever Loretta Acd Bik Bike 02:57:53; 6 Bortot Barbara Bettini Bike Team 03:18:11

Per informazioni: www.valdifassabike.it



Può interessarti