Under 23: Alessio Mischianti conquista il Trofeo San Serafino (FM)

Di MARCO CESTE ,

Mischianti al traguardo (foto federciclismo)
Mischianti al traguardo (foto federciclismo)

Con un’azione di forza sul muro che porta sul rettilineo d’arrivo di Viale Gramsci a Montegranaro, Alessio Mischianti, promettente alfiere del Futura Team Matricardi del d.s. Franco Chioccioli e del patron marchigiano Giuseppe Matricardi, ha chiuso in bellezza la stagione conquistando in maniera ineccepibile il “26° Trofeo San Serafino”, classica di chiusura del ciclismo marchigiano e del Centro Italia Adriatico.

Soltanto la ripida impennata finale che immette nel viale centrale della cittadina calzaturiera ha dato la scossa decisiva all’equilibrio dei migliori che ha caratterizzato tutta la gara. 
Alessio Mischianti, un ragazzo di Gubbio che compirà 21 anni a dicembre, era tra i principali favoriti, ma ha dovuto superarsi per contenere la grinta garibaldina del filottranese Corrado Lampa, una delle colonne del lombardo Team Delio Gallina, del ventenne campione moldavo Cristian Reileanu, della Gaiaplast Bibanese, del sempre più bravo Cesare Ciommi, campione regionale élite del Vega Prefabbricati Montappone, del redivivo Matteo Ciavatta, della S.C. Monturano Civitanova Cascinare, tutti protagonisti di prove meritorie, come gli altri generosi atleti che li hanno seguiti in un arrivo sfilacciato ma senza buchi di rilievo. 
Parliamo di Danielo Celano, il migliore dei calzaturieri di casa, di Gomez Valencia, del giovane Riccardi, del campione regionale Under 23 Paolo Totò, ancira una volta tra i migliori, dei promettenti Brogi e Taschin. Ma la fila dei meritevoli continua con Ruscetta, con Ciccanti e con tutti i 24 atleti che hanno portato a termine la non facile prova. 
Hanno preso il via 73 concorrenti in rappresentanza di 20 società di tutta Italia.
Dopo un giro iniziale a più largo raggio, di km. 26, i corridori si immettevano sul classico circuito, di km. 13, questa volta da affrontare in senso inverso a quello della gara d’estate. Questi giri erano sei ma gli ultimi due contenevano la ripidissima erta che porta nel viale d’arrivo.
Già a metà gara prendevano vantaggio il tenace Censori, Piazza, Mincarelli, Fonzi, Ciccanti, Caiola, Lampa e D’Urbano. Da questo drappello si involavano gli indomiti Caiola, dei Calzaturieri Montegranaro, e Ciccanti, dei dirimpettai della S.C. Monturano Civitanova Cascinare, che tenevano il comando fino all’ultima salita. Alle loro spalle, in funzione di controllo e di attesa, c’era una pattuglia di una trentina di concorrenti, con tutti i migliori. 
Il gruppo degli inseguitori si riduceva poi a poco più di dieci corridori, che sull’ultima salita dalla Mezzina a Montegranaro raggiungevano e staccavano prima Caiola e poi Ciccanti e si avviavano in circa una decina verso la resa dei conti del muro per Montegranaro centro. 
Sull’erta scattavano per primi gli impavidi Ciommi e Lampa ma non tardava a lanciarsi a tutta forza Alessio Mischianti, che scollinava per primo e andava a raccogliere braccia alzate i meritati applausi del trionfo da parte un un pubblico molto mumeroso, grazie anche al tempo rinsavito per l’occasione. 
Per il pupillo di Chioccioli si tratta della terza vittoria di una stagione in gran crescendo (da sottolineare anche il secondo posto di Osimo, il terzo di Rubbianello, il quinto di Capodarco).
La gara era valida anche per il Campionato Provinciale di Ascoli P., che ha fatto registrare un en plein del Vega Prefabbricati Montappone, del d.s. Frizzo: tra gli élite il titolo è andato al campione regionale Cesare Ciommi, mentre tra gli under 23 è stato premiato Alessandro Riccardi.
Due parole di elogio, in conclusione, agli organizzatori della ASD Calzaturieri Montegranaro e del Comitato per la Festa di San Serafino.
Paolo Piazzini - federciclismo
Ordine d’arrivo: 1. Alessio Mischianti (Futura Team Matricardi) Km. 103 in 2h33’, media 40,039; 2. Corrado Lampa (Team Delio Gallina Colosio); 3. Cristian Raileanu (Gaiaplast Bibanese); 4. Cesare Ciommi (Vega Prefabbricati Montappone); 5. Matteo Ciavatta (S.C. Monturano Civitanova Cascinare); 6. Danilo Celano (Calzaturieri Montegranaro Marini Silvano) a 7”; 7. Valencia Comez Edison (idem); 8. Alessandro Riccardi (Vega Prefabbricati Montappone); 9. Paolo Totò (Velo Club Senigallia) a 25”; 10. Adriano Brogi (Team Brogio). 



Può interessarti