Under 23: al 25º Trofeo San Serafino successo di Marco Da Castagnori

Di MARCO CESTE ,

Marco Da Castagnori
Marco Da Castagnori

Il 25° Trofeo San Serafino, classica di chiusura del calendario dilettantistico marchigiano, ha portato finalmente al successo sul traguardo di Montegranaro Marco Da Castagnori, un atleta di ormai lunga milizia ma che finora si era dovuto accontentare soltanto di piazzamenti, peraltro molto frequenti ma non di spicco. Si sapeva che molto probabilmente a dare la sentenza a questa gara sarebbe stato la ripida, temutissima erta che portava nella parte alta e centrale della cittadina calzaturiera e in effetti è stato proprio il muro finale a lanciare verso il trionfo il tenace alfiere della Uc Pistoiese, che ha vinto nettamente precedendo il non ancora ventenne Graziano Di Luca. della quasi locale Sc Monturano Civitaniova Cascinare, il non ancora 21enne Alessio Finocchi, che ha completato il trionfo del team pistioiese, e la teoria sgranata degli altri migliori.
Peccato che alla lotta finale non abbia potuto partecipare lo sfortunatissimo Alessio Taliani, del Futura Team Matricardi,  che ha tagliato le ali al pupillo di Franco Chioccioli proprio quando egli si
stava preparando ad un deciso assalto non solo alla vittoria di Montegranaro ma anche alla classifica finale del 21° Trofeo Il Cappello D’Oro. La rinomata challenge dei cappelli di Montappone si concludeva infatti con la gara di Montegranaro, che poteva riservare qualche diversa sentenza conclusiva. Dopo quest’ultima prova la vittoria finale è andata al russo Ilya Gorodnichev, dello squadrone toscano Simaf Carrier Valdarno, che peraltro ha dominato la classifica di società.
La gara è stata organizzata con tutte le cure dalla Calzaturieri Montegranaro, guidata da Giuseppe Viozzi, in collaborazione con il Comitato Festeggiamenti per il Patrono San Serafino ed ha radunato al via, in una bella giornata di sole 79 concorrenti di squadre provenienti anche da lontano.
Dopo un primo giro a più largo raggio, i corridori dovevano effettuare 6 giri di un percorso di 13 km, con la salita dalla Mezzina a Montegranaro nella seconda parte. Negli ultimi due giri però il finale era diverso perché veniva proposta la durissima erta che portava verso il traguardo di Viale Gramsci. Dopo un primo tentativo di Capati, nel 2° giro pssavano a condurre il portacolori di casa Celano e Cicciari, ai quali si aggiungevano pìù avanti Rufo, Totò, Ruscetta e Ciavatta. Il gruppo comunque non lasciava mai troppo spazio ai fuggitivi, che venivano raggiunti al km. 80.
La corsa era così guidata da un gruppo di 36 corridori.
Dopo il muro al termine del penultimo giro il drappello di testa si allungava e si assottigliava a circa 14 corridori. Tra questi era sfortunatissimo Taliani, che veniva fermato in discesa da una malaugurata foratura. Lungo la salita finale dalla pianura a Montegranaro la battaglia entrava nel vivo e i corridori più avanzati si avvicinavano sgranati alla temutissima impennata, lunga circa mezzo chilometro che portava sul viale d’arrivo. L’irriducibile Totò, desideroso di conquistare l’ultimo alloro della stagione come nel 2011 (a Polignano a Mare), era il primo ad attaccare il muro ma Da Castagnori e Di Luca erano pronti a replicare e a proiettarsi al comando.Il duello tra l’esperto alfiere della Pistoiese e il promettente ragazzo della Monturano Civitanova Cascinare però durava poco perché a metà impennata Marco Da Castagnori prendeva decisamente il sopravvento ed entrava con netto vantaggio nel viale d’arrivo. Di Luca manteneva saldamente la seconda posizione, precedendo il soprendente Finocchi e Corrado Lampa, il bravo marchigiano del lombardo Team Delio Gallina che con questo ottimo quarto posto portava al secondo posto la sua società nella classifica finale a squadre del Trofeo Il Cappello D’Oro.
Da elogiare anche i piazzamenti del campione moldava Raileanu, di Gargaro, vincitore a Montegranaro l’anno prima, di Paolo Totò, tra i più combattivi, e di tutti gli altri generosi protagonisti della indicativa competizione.
Il vincitore, Marco Da Castagnori, è di Lido di Camaiore, non è più un giovanissimo, avendo compiuto i 26 anni ma è un atleta solido e coriaceo, generoso e regolarissimo; finora per farsi strada gli è mancata qualche bella vittoria che l’avrebbe fatto meglio distinguere difronte agli osservatori che contano. Comunque nel suo curriculum c’è anche il terzo posto nel Campionato Italiano Elite del 2010. (paolo piazzini)
ORDINE D’ARRIVO
1° Da Castagnori Marco (Uc Pistoiese)
km 102 in 2h26’
2° Di Luca Graziano (Monturano Civitanova Cascinare)  
3° Finocchi Alessio (Uc Pistoiese)
4° Lampa Corrado (Team Delio Gallina Colosio)
5° Raileanu Cristian (Gaiaplast Cardin Bibanese)
6° Gargaro Angelo (Vega Pref.ti Montappone)
7° Scotti Federico (Ciclistica Malmantile)
8° Totò Paolo (Velo Club Senigallia)
9° Rusnac Maxim (Gaiplast Cardin Bibanese)
10° Censori Davide (Monturano Civitanova Cascinare)
Partiti 79, arrivati 26

Federciclismo.it



Può interessarti