Tre percorsi alla Granfondo della Coppa Piacentina D.O.P. (PC)

Di MARCO CESTE ,

Reinserito lo strappo di Castell’Arquato nella GF della Coppa Piacentina D.O.P.
Reinserito lo strappo di Castell’Arquato nella GF della Coppa Piacentina D.O.P.

La Granfondo della Coppa Piacentina D.O.P. conferma i suoi tre tracciati per la decima edizione, che andrà in scena domenica 13 aprile 2014 a Carpaneto Piacentino (Pc).

Nessuna modifica sostanziale rispetto alla prova del 2013, se non il reinserimento del passaggio nel borgo antico di Castell’Arquato, a cui la manifestazione aveva dovuto rinunciare nella passata edizione per problemi di transito sorti ormai a ridosso della gara.

Lo strappo di Castell’Arquato potrà essere decisivo sia per la granfondo che per la mediofondo, con le rampe sul pavè che offriranno uno spunto ai più coraggiosi finisseur.

Saranno quindi tre i percorsi offerti ai partecipanti della prova emiliana: il granfondo, da 127 chilometri e 2190 metri di dislivello, il mediofondo, da 95 chilometri e 1460 metri di dislivello e il corto, da 60 chilometri e 790 metri di dislivello.

Dopo la partenza unica, i concorrenti si dirigeranno verso Lacereto con un lungo falsopiano a salire, per indirizzarsi quindi verso Magnani dove incontreranno la prima salita di giornata, lunga 2,5 chilometri e con una pendenza media del 5,8%.

Una breve discesa porterà i ciclisti verso Gropparello, con la strada che riprenderà poi a salire, alternando falsopiani a passaggi più impegnativi, e porterà fino a Groppovisdomo, dove il percorso più corto si dirigerà alla volta di San Michele per ritornare quindi a Carpaneto, con la strada sempre leggermente in discesa nel finale di corsa.

La mediofondo e la granfondo affronteranno invece l’ascesa di Prato Barbieri, lunga circa 8 chilometri e con una pendenza media del 5,6%, e, dopo la discesa, la breve ma impegnativa salita di Tiramani, lunga 2,8 chilometri ma con rampe fino al 15%, per poi biforcarsi in prossimità del lago di Miniano.

La mediofondo procederà verso Castell’Arquato per aggredire l’ultima fatica di giornata, la salita verso la Rocca, lunga 1,8 chilometri e caratterizzata dalle sue arcigne rampe in doppia cifra, per poi guadagnare iltraguardo a Carpaneto.

I granfondisti invece prima di raggiungere Castell’Arquato affronteranno ancora un’ostica ascesa di 5,3 chilometri (pendenza media 7,6%, massima 17%), quindi lo strappo di Vigoleno e la salita di Vernasca, lunga 4,6 chilometri ma decisamente più pedalabile (pendenza media 4,5%). Anche per il percorso lungo passaggio da Castell’Arquato e quindi arrivo a Carpaneto.

La sicurezza dei partecipanti sarà sempre in primo piano: grazie all’attento operato del comitato organizzatore le discese dei percorsi saranno chiuse al traffico per ben tre ore dal passaggio del primo concorrente, garantendo così le migliori condizioni alla maggior parte di tutti i concorrenti.

Le iscrizioni alla Granfondo della Coppa Piacentina D.O.P. sono aperte, con la quota di adesione fissata a 30 euro fino al 30 marzo. Agevolazione per le squadre più numerose: per i team con almeno 10 iscritti, la quota per ogni singolo atleta è di 27 euro (fino al 30 marzo). Dal 31 marzo fino al giorno della gara la quota invece sarà per tutti di 40 euro.

Tutte le informazioni sulla Granfondo della Coppa Piacentina D.O.P. saranno a breve disponibili sul sito webwww.teamperini.com

Play Full - Ufficio Stampa



Può interessarti