Tour de France: vince Navardauskas sotto la pioggia

Di MARCO CESTE ,

Navardauskas sul traguardo
Navardauskas sul traguardo

Lo sloveno della Garmin Ramunas Navardauskas ha vinto la diciannovesima tappa del Tour de France 2014.

Da Maubourguet Pays du Val d'Adour a Bergerac, 208 chilometri, la frazione odierna che era quasi completamente pianeggiante, è stata resa complessa dalla pioggia che accompagnato i corridori per quasi tutto il tracciato di gara.

Una tappa che poteva risolversi in volata, ma anche ideale per un attacco negli ultimi chilometri. E così è stato. Tutti si attendevano Sagan, ma il primo a muoversi, a 10 chilometri dall'arrivo, è stato lo sloveno Navardauskas. L'atleta della Garmin è scattato con un'azione decisa ed è arrivato ad avere un vantaggio di 20" sul gruppo, il quale procedeva a buon ritmo per andare a riprendere il fuggitivo quando una caduta che ha coinvolto diversi ciclisti ha cambiato le carte in tavola.

Nella caduta è stato coinvolto anche Peter Sagan, che ha così dovuto dire addio alla possibilità di vincere una tappa in questo Tour, nonostante la certezza di essersi aggiudicato la maglia verde.

Nibali, è stato abile e fortunato a ha saputo evitare il groviglio formato dai corridori caduti a terra.

Navardauskas ha così trionfato in solitaria e ora si attende la cronometro di domani, di 54 chilometri, prima di andare a Parigi per festeggiare il grande trionfo di Vincenzo Nibali.



Può interessarti