Tour de France, Rogers vince la tappa dei Pirenei. Nibali conserva la maglia gialla

Di MARCO CESTE ,

Michael Rogers
Michael Rogers

Tappa numero 16 del Tour de France, da Carcassonne a Bagnères de Luchon, 237 chilometri.

L'arrivo è in discesa, e che discesa: dopo aver toccato l'ultima punta, i corridori dovranno affrontare una picchiata di 20 chilometri. Ma soprattutto, oggi si affrontano i Pirenei. 

Ben 21 atleti vanno in fuga e arrivano ad avere un vantaggio di quasi 12 minuti sul gruppo maglia gialla prima dell'inizio dell'ultima salita, quella che porta al Port de Balès.

A inizio ascesa il gruppo dei 21 si squaglia: restano da soli in testa il francese Thomas Voeckler della Europecar, Josè Serpa della Lampre Merida, Michael Rogers della Tinkoff-Saxo e, più in difficoltà, Cyril Gautier della Europecar.

Intanto nel gruppo della maglia gialla, il leader della classifica generale Vincenzo Nibali resta solo, senza compagni di squadra. Scatta Pinot, a ruota gli si portano Nibali e Valverde, con Peraud, raggiunti poi da Gadret e Jeannesson.

Davanti i tre di testa, Voeckler, Rogers e Serpa, si lanciano in discesa, con otto minuti sul grupetto maglia gialla, dal quale perdono terreno prima Valverde, poi anche Peraud e Nibali. Pinot, con un'ottima azione di forza, resta da solo all'inseguimento dei battistrada. Nibali fa però valere le sue grandi doti di discesista e va a riprendere Pinot.

Terminata la discesa, Michael Rogers mette in mostra le sue doti di passista e stacca i compagni di fuga, involandosi verso il traguardo a 4 chilometri dall'arrivo.

L'azione dell'australiano della Tinkoff-Saxo è vincente: Rogers può così transitare a braccia alzate sul traguardo.



Può interessarti