Tour de France: a Rodez vince Michael Matthews, Fabio Aru perde la maglia Gialla

Di GIANCARLO COSTA ,

Michael Matthews vincitore tappa Rodez al Tour de France
Michael Matthews vincitore tappa Rodez al Tour de France

Sorpresa al Tour de France: al termine della tappa di Rodez, non difficile, ma impegnativa con un finale che presentava uno strappo degno delle classiche del nord, Fabio Aru si fa sorprendere nelle retrovie del gruppo, e si prende un buco di 25”, perdendo la maglia Gialla che ritorna sulle spalle di Froome, che ha ora un vantaggio di 19 secondi sul sardo dell’Astana, 23″ su Romain Bardet, che ha perso 4″ da Froome e 29″ su Rigoberto Uran.

Va subito via una fuga che ha visto come protagonista sopratutto Thomas De Gendt fino a 12 km dall’arrivo. Finale da classica, quindi attacca forse troppo presto Philippe Gilbert, ma ai 200 metri dal traguardo l’australiano Michael Matthews della Sunweb attacca deciso e si lascia alle spalle Greg Van Avermaet e su Edvald Boasson Hagen. Migliore degli azzurri Sonny Colbrelli sesto.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti