Tour de France: la crono di Dusseldorf e la maglia gialla a Geraint Thomas, Matteo Trentin quinto

Di GIANCARLO COSTA ,

Geraint Thomas vincitore tappa 1 a cronometro del Tour de France (foto cyclingnews)
Geraint Thomas vincitore tappa 1 a cronometro del Tour de France (foto cyclingnews)

La cronometro di Dusseldorf ha offerto uno scenario movimentato, condizionato dalla pioggia che ha incitato alla prudenza gran parte dei favoriti per la vittoria finale al 104° Tour de France.
Geraint Thomas non si è affatto risparmiato sui 14 km del percorso ed è stato il primo a spezzare la barriera dei 52 km orari. Il crono del gallese ha resistito agli assalti di tutti i rivali. I più minacciosi sono stati in definitiva il giovane svizzero Stefan Kung, secondo che conquista la maglia bianca, e il bielorusso Vasil Kiryenka, terzo a 7”, mentre Tony Martin, quarto a 8”, manca ancora una volta l’occasione di vincere una cronometro inaugurale del Tour.
Tra i pretendenti alla vittoria finale Chris Froome, sesto, ha gestito la prova meglio di Richie Porte, staccato di 31”, bene Nairo Quintana, che cede solo 32”, Fabio Aru, tutto considerato in linea con le previsioni, lascia al britannico 40”. Ma in campo italiano sorprende la grande prestazione di Matteo Trentin, quinto assoluto a soli 10” dal vincitore. Bene anche Sonny Colbrelli, 23° a 32”.
Purtroppo il Tour perde uno dei protagonisti annunciati: lo spagnolo Alejandro Valverde scivola in curva sulla strada bagnata e viene portato con urgenza all’ospedale. Si ipotizza la frattura della tibia. Un colpo anche per Quintana, che non potrà contare sul suo sostegno nelle fasi più delicate.

1^ TAPPA (Cronometro)
1. Geraint Thomas (GBr) Team Sky) Km. 14 in 0:16:04, media 52,282
2. Stefan Küng (Swi) BMC Racing Team) a 05
3. Vasil Kiryienka (Blr) Team Sky) a 07
4. Tony Martin (Ger) Katusha-Alpecin) a 08
5. Matteo Trentin (Ita) Quick-Step Floors) a 10
6. Christopher Froome (GBr) Team Sky) a 12
7. Jos Van Emden (Ned) Team LottoNl-Jumbo) a 15
8. Michal Kwiatkowski (Pol) Team Sky
9. Marcel Kittel (Ger) Quick-Step Floors) a 16
10. Edvald Boasson Hagen (Nor) Dimension Data
23. Sonny Colbrelli (Ita) Bahrain-Merida) a 32
30. Fabio Felline (Ita) Trek-Segafredo) a 37
32. Alessandro De Marchi (Ita) BMC Racing Team) a 39
42. Diego Ulissi (Ita) UAE Team Emirates) a 43
48. Damiano Caruso (Ita) BMC Racing Team) a 47
64. Alberto Bettiol (Ita) Cannondale-Drapac) a 52
66. Fabio Aru (Ita) Astana Pro Team) a 52
74. Dario Cataldo (Ita) Astana Pro Team) a 55
76. Daniele Bennati (Ita) Movistar Team) a 56
115. Manuele Mori (Ita) UAE Team Emirates) a 01:12
121. Fabio Sabatini (Ita) Quick-Step Floors) a 01:14
128. Gianluca Brambilla (Ita) Quick-Step Floors) a 01:16
140. Matteo Bono (Ita) UAE Team Emirates) a 01:20
143. Marco Marcato (Ita) UAE Team Emirates) a 01:21
144. Andrea Pasqualon (Ita) Wanty - Groupe Gobert) a 01:23
165. Davide Cimolai (Ita) FDJ) a 01:40
179. Jacopo Guarnieri (Ita) FDJ) a 01:48

Fonte federciclismo

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Può interessarti