Tour de France: Ilnur Zakarin vince la tappa di Finhaut-Emosson, Froome padrone del Tour de France

Di GIANCARLO COSTA ,

Ilnur Zakarin vince la 17a tappa del Tour de France (foto cyclingnews)
Ilnur Zakarin vince la 17a tappa del Tour de France (foto cyclingnews)

Il russo della Katusha Ilnur Zakarin ha vinto la 17a tappa del Tour de France, da Berna a Finhaut-Emosson di 184 km, arrivo inedito per il Tour de France, già affrontato dal Giro del Delfinato 2014.

Era andata via una fuga di una quindicina di corridori, animata da Peter Sagan, che una ne fa e cento ne pensa, ma da sempre spettacolo. Sulla penultima salita del Col de la Forclaz, con un caldo torrido, rimangono in tre, Zakarin, Pantano e Maika, attacca Zakarin a 6 km dall'arrivo, per prendere un po' di vantaggio su Pantano che è un fulmine in discesa, e così lo rivedono al traguardo. Alle spalle di Zakarin arriva 2° il colombiano Jarlinson Pantano a 55″ dal vincitore, 3° Rafal Majka a 1’26”, 4° Kristijan Durasek a 1’32”, 5° Brice Feillu a 2’33”, 6° Thomas Voeckler a 2’46”, 7° il primo degli italiani Domenico Pozzovivo 2’50”.

Nel gruppetto degli uomini in classifica, la maglia gialla Chris Froome e la sua squadra Sky dettano passo e legge, facendo capire che non c'è spazio per attaccare il leader. Chi dovrebbe provarci, leggi il colombiano tanto atteso Nairo Quintana, dimostra di non avere gambe per farlo, tanto da far pensare che forse lo sì è un po' sopravvalutato nel considerarlo il più forte scalatore del gruppo (alla fine in 3 Tour ha vinto una tappa e basta e sul Giro del 2014 rimane sempre il dubbio di cosa sarebbe successo senza la furbata della tappa dello Stelvio con arrivo in Val Martello). L'americano Tejay Van Garderen si becca 18 minuti dalla maglia gialla e va fuori classifica. Fabio Aru fa' lavora l'Astana, con Nibali e Rosa e poi prova uno scatto ma viene ripreso. Alla fine l'unico che sembra in grado di attaccare Froome in salita è Richie Porte, ma più che correre contro il suo ex-capitano, sembra che facciano corsa parallela con se fossero ancora in squadra insieme.

Comunque la classifica generale vede sempre Chris Froome in maglia gialla, 2° a 2’27” Mollema, 3° a 2’53” Adam Yates sempre maglia bianca, 4° a 3’27” Nairo Quintana, 5° a 4’15” Romain Bardet, 6° a 4’27” Richie Porte, 7° Alejandro Valverde a 5'19” e 8° Fabio Aru a 5'35”.

Domani la cronoscalata da Sallanches a Megève, 17 km con 700 metri di dislivello e gli ultimi due chilometri in leggera discesa. Facile prevedere che il keniano bianco della Sky conquisterà il suo terzo Tour de France a 3 tappe dalla fine.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti