Il tedesco André Greipel vince la volata a Castiglione della Pescaia. Brutta cadata per la maglia rosa Contador e per Daniele Colli

Di GIANCARLO COSTA ,

Andre Greipel vincitore della sesta tappa del Giro d'Italia (foto Bettini Cyclingnews)
Andre Greipel vincitore della sesta tappa del Giro d'Italia (foto Bettini Cyclingnews)

Volata funestata da una brutta caduta quella della sesta tappa del Giro d'Italia, 183 km da Montecatini Terme a Castiglione della Pescaia. Vittoria in volata del tedesco André Greipel della Lotto su Matteo Pelucchi e Sacha Modolo. Fuga a cinque, con Marek Rutkiewicz, Eduard Grosu, Alan Marangoni, Marco Bandiera e Alessandro Malaguti, partita dopo l'avvio, che ha resistito fino a 13 km dal traguardo, quando l'azione del gruppo e il vento hanno ridotto velocemente il distacco e favorito il ricongiungimento.

Quindi volata del gruppo, con Greipel che la spunta di potenza su Matteo Pelucchi 2°, Sacha Modolo 3°, Manuel Belletti 4°, Giacomo Nizzolo 5°, Alessandro Petacchi 6°, Elia Viviani 7°, Luka Mezgec 8°, Nicola Ruffoni 9° e Davide Appollonio 10°.

Nella classifica generale la maglia rosa resta sulle spalle di Alberto Contador, 2° su Fabio Aru a 2 secondi e 3° Richie Porte a 20 secondi.

Ma Alberto Contador non festeggia questa maglia rosa, sale sul podio dolorante alla spalla e al fianco non riuscendo ad indossare la maglia, perchè coinvolto nella caduta causata da uno sconsiderato spettatore che si sporgeva troppa dalle transenne. Peggio di tutti sta Daniele Colli, con una frattura scomposta ad un braccio, gli altri ammaccati e soprattutto Contador rabbuiato in volto per il dolore e la preoccupazione dei danni che questa caduta potrebbe aver causato alla sua condizione fisica.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti