Targa Crocifisso: il 28 settembre la classica di Polignano a Mare (BA)

Di MARCO CESTE ,

Passata edizione
Passata edizione

Si rinnova l'appuntamento con la Targa Crocifisso, giunta alla 65° edizione e abbinata al 50° Gran Premio Divella: è la classica più longeva della Puglia che caratterizza il finale di stagione e che specialmente quest’anno costituisce l’immediata occasione di rivincita alla Coppa Messapica del giorno prima a Ceglie (Brindisi) oltre ad assegnare il titolo regionale élite-under 23 sotto l'egida della Federciclismo Puglia.

Domenica 28 settembre sono attesi ai nastri di partenza oltre 160 corridori della categoria élite ed under 23 di scena sul percorso delle ultime edizioni per un totale di 140 chilometri: Polignano a Mare, Triggianello e Conversano con ritorno a Polignano per effettuare il giro conclusivo delle complanari verso Monopoli. Il via è previsto alle 13:30 dal vialone Martiri di Dogali, alla conclusione dell’omaggio al Monumento ai Caduti.

L’organizzazione è affidata all’Asd Polisport, con la regia di Nicola Pellegrini e di Giuseppe Coda, che sta per ufficializzare il cast delle squadre (21 club italiani e uno dalla Repubblica di San Marino) e tutta una serie di dettagli tecnici e logistici per rinnovare una tradizione secondo la quale i partecipanti a questa manifestazione sono destinati ad avere un grande futuro a livello nazionale ed internazionale con il salto nella massima categoria professionistica.

“Con entusiasmo Polignano a Mare si appresta a salutare e festeggiare la 65° Targa Crocifisso – è il commento di Domenico Vitto, sindaco di Polignano - punto di riferimento del ciclismo dilettantistico nazionale che trova anche in questa edizione l’espressione di alto valore sportivo. É evidente ancora una volta il pieno sostegno di questa amministrazione comunale pur in un momento di particolare crisi economica per risaltare il suo ruolo nel patrimonio di storia, cultura e tradizione. Come al solito la città di Polignano a Mare continua a svolgere una posizione centrale nello svolgimento della tradizionale manifestazione fortemente radicata nel cuore dei polignanesi e di tutti i pugliesi. L’augurio è che la nostra Targa Crocifisso scriva ancora tantissime pagine importanti per la storia di Polignano a Mare e per lo sport dilettantistico”. 

Luca Alò - ufficio stampa



Può interessarti