Tappa e maglia per Elia Viviani nella seconda tappa dell’Abu Dhabi Tour

Di GIANCARLO COSTA ,

Tappa e maglia di leader per Elia Viviani (foto cyclingnews)
Tappa e maglia di leader per Elia Viviani (foto cyclingnews)

Anche la seconda tappa dell’Abu Dhabi Tour si è risolta con un arrivo molto spettacolare allo sprint. Ha vinto Elia Viviani (team Sky) davanti all’iridato Peter Sagan (Tinkoff - Saxo), Fabio Sabatini (Etixx - Quick-Step) e il resto del gruppo. Il velocista azzurro è apparso in smaglianti condizioni di forma a pochi giorni dai Campionati europei su Pista che lo vedranno impegnato a Grenchen, in Svizzera, dal 14 al 18 ottobre. Dopo la vittoria che lo proietta in testa alla classifica della corsa Elia conferma: “In questo finale di stagione sono davvero in buone condizioni. Ieri eravamo delusi perché abbiamo lavorato tutto il giorno e ho fatto la volata partendo da posizione troppo arretrata. Oggi abbiamo deciso di risparmiare energie perché abbiamo diversi scalatori da sostenere nella tappa di domani. A tre km dall’arrivo ho preso la ruota di Sagan e ho lanciato la volata quando Peter è partito per anticiparlo. So di avere una buona potenza e sono felice di aver messo a segno un'altra vittoria”.

Il percorso della Yas Marina non avrebbe potuto essere più piatto. Ciò non ha impedito a sei corridori di tentare la sortita. Paul Voss (Bora Argon18), Soufiane Haddi (Skydive Dubai), Belkov (Katusha), Daniel Patten (Wiggins), Alessandro Bazzana (UnitedHealthcare) e Federico Zurlo (UnitedHealthcare) hanno preso il largo, ma non sono riusciti a guadagnare più di due minuti. Con la temperatura più bassa il ritmo è stato molto sostenuto, con l’Astana decisa a ricucire il gap.

Nel primo traguardo volante Voss ha urtato senza tanti complimenti Zurlo ed è stato squalificato. Nel gruppo è caduto anche Boonen dopo la collisione con Theo Bos e Jim Songezo. La botta sul fianco sinistro è stata violenta e l campione belga è stato portato via in ambulanza per i controlli.

Sotto la sferza di Nibali l’Astana ha riportato il gruppo a ridosso dei fuggitivi. I primi a mollare sono stati Haddi e Zurlo a 35 km dal traguardo. Ai meno 2,5 km la BMC, Tinkoff-Saxo e Etixx hanno preso le redini per impostare la volata. Daniele Bennati ha pilotato fuori Sagan, ma Elia Viviani ha saltato a velocità doppia lo sloveno, che dovrà cercare un’altra occasione per la sua prima vittoria con la maglia iridata.

2^ TAPPA

1 Elia Viviani (Ita, Team Sky) Km. 129 in 03h02’07”

2 Peter Sagan (SVK, Tinkoff-Saxo)

3 Fabio Sabatini (Ita, Etixx - Quick-Step)

CLASSIFICA GENERALE

1 Elia Viviani (Ita, Team Sky) in 07h23’08”

2 Andrea Guardini (Ita, Astana Pro Team)

3 Peter Sagan (SVK, Tinkoff-Saxo) a 42

Fonte federciclismo.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti