Successo di Roberto Cunico e Gloria Bee nella seconda edizione della Monte Grappa Cycling di Seren del Grappa (BL)

Di GIANCARLO COSTA ,

Vincitore Granfondo (foto Scanferla)
Vincitore Granfondo (foto Scanferla)

Una giornata all’insegna del bel tempo ha fatto da cornice alla seconda edizione della Monte Grappa Cycling, andata in scena oggi, domenica 26 luglio, con partenza e arrivo a Seren del Grappa. Due i percorsi sui quali i concorrenti hanno potuto affrontarsi, il mediofondo (61,2 Km) e la granfondo (100,2 Km) con la mitica Salita degli Eroi, che ha portato gli atleti al Rifugio Forcelletto.

Dopo la positiva esperienza della prima edizione, anche quest’anno i partecipanti hanno promosso la manifestazione, sia per l’originalità dei due percorsi, sia per l’ottima organizzazione dell'evento sotto tutti i punti di vista, dalla segnaletica lungo le strade all’assistenza in gara, con il dispiego di oltre 100 volontari.

“Siamo felici che anche quest’anno la manifestazione abbia riscosso nuovamente l’apprezzamento dei partecipanti. Come sempre abbiamo cercato di proporre dei percorsi interessanti, che potessero garantire allo stesso tempo spettacolarità e sicurezza agli atleti,” ha dichiarato il presidente del comitato organizzatore Marco Sartori.

Sul percorso lungo (100,2 km) vittoria di Roberto Cunico (TEAM BERALDO GREENPAPER BIOMIN) e di Gloria Bee (A.S.D. PEDALE FELTRINO T.B.H). Nella gara maschile c’è stato il dominio del TEAM BERALDO GREENPAPER BIOMIN, con Cunico che ha preceduto sul traguardo il suo compagno di squadra Enrico Zen. Al terzo posto, con un distacco di 1’30”, si è classificato Alessandro Bertuola, portacolori del (ASD CICLI COPPARO-ANCONA). In campo femminile, la gara è stata ancora più selettiva e decisamente maggiore il vantaggio inflitto da Gloria Bee (vincitrice anche nel 2014) alla seconda classificata Elisabetta Checchi (LA PEDIVELLA ASD). Terza Erika Battinazzi (SOMEC-MG.K VIS-LGL).

Sul percorso corto (61,2 km), categoria maschile, Andrea Chiminello (SPEZZOTTO BIKE TEAM) e Daniele Bergamo (BRÃO CAFFE' - UNTERTHURNER) se la sono giocata fino agli ultimi metri ma Chiminello ha avuto la meglio precedendo l’avversario sul traguardo di solo 1’’. Terzo posto per Alessandro Bianchin (PROSECCO&FRIENS), vincitore lo scorso anno del percorso corto. Sul podio della categoria femminile salgono invece Denise Rita Rigo (ASD RECORD BIKE), Elisabetta Lideo (PEPERONCINOTEAM.IT ) e Mariazzurra Marulli (RHODIGIUM TEAM ASD).

“Per noi, tutti i concorrenti alla gara sono vincitori, perché hanno scelto la nostra corsa sfidando sé stessi su due percorsi impegnativi” ha detto Sartori. “Uno speciale ringraziamento va all’Amministrazione Comunale di Seren del Grappa e a tutte le persone impegnate nella manifestazione, volontari e forze dell’ordine, che hanno permesso il corretto svolgimento della gara. Senza il coinvolgimento del territorio non sarebbe possibile realizzare eventi di questo tipo. Un sentito grazie anche ai numerosi partner che da tanti anni continuano a supportare le nostre iniziative." 

Per tutti quindi l'appuntamento è al 2016, per la terza edizione della Monte Grappa Cycling.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti