Strade Bianche: a Siena il polacco Kwiatkowski beffa Sagan

Di MARCO CESTE ,

Kwiatkowski  al traguardo (foto Sienafree.it)
Kwiatkowski al traguardo (foto Sienafree.it)

L'ottava edizione della Strade Bianche, da San Gimignano a Siena, ha mostrato oggi un grandissimo spettacolo e, soprattutto, la nuova generazione di fenomeni del ciclismo mondiale.

Due sono i nomi, entrambi classe 1990: uno già ampiamente conosciuto, lo slovacco della Cannondale Peter Sagan; l'altro si sta definitivamente confermando ad altissimi livelli, il polacco Michal Kwiatkowski della Omega Pharma-Quick Step.

Sui 200 chilometri complessivi della gara, ben 50 su strade sterrate, per una competizione che anche se solo alla sua edizione numero 8, sta già diventando una delle "classiche", in quanto evento molto amato dagli appassioanti ma soprattutto dai ciclisti stessi.

Nello spettacolare arrivo in piazza Del Campo di Siena, Kwiatkowski  ha beffato Sagan. I due se ne erano andati, staccando il gruppo, quando mancavano 25 chilometri. Hanno fatto il vuoto, lasciandosi alle spalle Valverde e Cancellara, due dei grandi favoriti. Sull'ultima salita prima del traguardo, con pendenza del 16 per cento a soli 700 metri dal traguardo, il polacco è partito e non ha lasicato scampo a Sagan.

Terzo posto per Valverde, quarto Cunego.



Può interessarti