Lo spagnolo Alejandro Valverde cala il tris nella Freccia Vallone sul muro di Huy (BEL). Rinaldo Nocentini 12º primo italiano

Di GIANCARLO COSTA ,

L'arrivo di Valverde e lo scatto di Vincenzo Nibali (foto federciclismo.it)
L'arrivo di Valverde e lo scatto di Vincenzo Nibali (foto federciclismo.it)

Lo spagnolo Alejandro Valverde (Movistar) si è confermato al vertice della Freccia Vallone con una prestazione grintosa sul Mur de Huy. Voleva il tris nella classica per mettersi alla pari con Moreno Argentin, Eddy Merckx, Marcel Kint e Davide Rebellin. Lo ha ottenuto con uno scatto mozzafiato negli ultimi duecento metri del mitico Muro tenendo a bada il giovane francese Julian Alaphilippe e lo svizzero Michael Albasini, che salgono con lui sul podio.

Bene gli italiani attesi a questa prova. Vincenzo Nibali, anzitutto, che non puntava certo al successo pieno, ma voleva “provare la gamba” in vista della Liegi Bastogne Liegi di domenica prossima. Il suo scatto sulla Côte de Cherave ha suscitato belle sensazioni. Giovanni Visconti, protagonista di un emozionante duetto con Luis Leon Sanchez al penultimo passaggio sull’Huy per andare a riprendere i fuggitivi che hanno animato la corsa fino a 28 km dall’arrivo. Tra questi si è distinto Daniele Ratto. Infine, Scarponi, Caruso, Gasparotto e Nocentini, che alla fine risulterà il miglior piazzato degli italiani.

Purtroppo anche questa classica del nord è stata caratterizzata da numerose cadute. Tra i big coinvolti Gilbert e Froome, costretti al ritiro.

La corsa è entrata nel vivo sulla Cote d'Ereffe con l’attacco di Van Garderen e Vervaecke. Poi il giovane Tim Wellens ha dato un saggio delle sue potenzialità sulla Côte de Cherave staccando di forza Scarponi e Caruso.

L’ultimo balzo sul Muro di Huy verso il traguardo ha fatto esplodere il gruppo che si era presentato compatto all’ultimo chilometro. Qui Alejandro Valverde non ha sbagliato i tempi. Il suo affondo ha liquidato nell’ordine Julian Alaphilippe, Michael Albasini, Joaquin Rodriguez e Dani Moreno. Dodicesimo Rinaldo Nocentini, quindicesimo Enrico Gasparotto, diciottesimo Michele Scarponi e ventesimo Vincenzo Nibali.

Fonte federciclismo.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti