“La Sfida”, il trofeo più ambito del Giro d’Italia Amatori

Di MARCO CESTE ,

Challenge3
Challenge3

Anche quest’anno il Giro d’Italia Amatori mette in palio il trofeo più ambito, “La Sfida”. Questo è infatti il nome dell’opera d’arte che verrà vinta dalla squadra che si aggiudicherà la speciale classifica per società. Se la maglia rosa è senza dubbio il simbolo per eccellenza della corsa rosa, quello più ambito da tutti coloro che prenderanno parte alla terza edizione del Giro d’Italia Amatori, il trofeo La Sfida è senza dubbio qualcosa di particolare e, soprattutto, di unico. La particolarità di questo trofeo sta nel fatto che non cambia di anno in anno, ma è sempre lo stesso esemplare che, di edizione in edizione, passa alla squadra che ha ottenuto il maggior punteggio alla fine della gara. Ogni anno, infatti, la squadra si aggiudica la classifica riservata ai team conserverà il trofeo fino all’edizione seguente, quando sarà di nuovo messo in palio. Attualmente la scultura è in mano alla Cicli Saccarelli di Umbertide (Pg), formazione che lo scorso anno ha vinto la speciale classifica.
La Sfida diventa così un vero e proprio filo conduttore tra le varie edizioni del Giro d’Italia Amatori, la manifestazione che permette a tutti gli appassionati di ciclismo di conoscere da vicino, di anno in anno, una regione diversa dell’Italia.
L'opera scultorea denominata La Sfida è realizzata in soli nove esemplari dagli artisti Angelo Morucci e Mario Venturini, rappresenta un'altra straordinaria creazione d'arte e design a dimostrazione di una sapiente e profonda unione tra Arte ed Alta Tecnologia che si può trovare nelle officine d’arte di M.V. Art in Design.
Con questa opera scultorea gli artisti hanno espresso un riconoscimento a tutti coloro che sanno mettersi in gioco con coraggio e con la consapevolezza che il percorso della vita è costellato di sfide. Vivere cercando di non farsi condizionare dall'esterno, osando, mettendosi in gioco e puntando dritto agli obiettivi.
Il Giro d’Italia Amatori è la manifestazione che permette di conoscere da vicino i tanti paesaggi del Belpaese: tutti i cicloamatori hanno infatti la possibilità di pedalare ogni anno in una regione diversa d’Italia, formula che permette a tutti di entrare a contatto con gli scenari più belli del nostro Paese.
Quest’anno gli amatori che prenderanno parte alla corsa rosa potranno conoscere da vicino i territori dell’Emilia Romagna, in particolare della provincia di Bologna. Sarà questo lo scenario che ospiterà le tappe del Giro d’Italia Amatori: dal 2 al 4 maggio 2014 si disputeranno le tre frazioni che compongono la corsa rosa e l’evento trasformerà la provincia di Bologna in un immenso raduno per tutti gli appassionati delle due ruote.
SPONSOR - Rinnovata anche per quest’anno la partnership che lega l’Asd Giro d’Italia Amatori alla Selle Smp di Maurizio Schiavon: un rapporto che cresce sempre di più e che diventa ancora più forte grazie all’attenzione che il Giro d’Italia Amatori rivolge al ciclismo giovanile. L’azienda metterà a disposizione, tra l’altro, anche alcuni dei premi finali.
L’organizzazione ringrazia anche il Nuovo Parco Dei Ciliegi, ristorante gestito da grandi appassionati di ciclismo presso il quale si terrà il pranzo finale.
Molto importante anche il sostegno della Cicli Lombardo, prima ditta al mondo ad offrire la possibilità di personalizzare la propria bicicletta, leader nel territorio emiliano e tra le prime in Italia.
Hanno confermato il proprio sostegno al Giro d’Italia Amatori anche la Giletti, azienda leader nel mondo della produzione di filati nata nel cuore del biellese nel 1884, e la Pissei, che metterà a disposizione le maglie di leader delle varie classifiche.

ISCRIZIONI - Per iscriversi all'edizione 2014 del Giro d'Italia Amatori è possibile consultare il sito www.giroditaliamatori.it 



Può interessarti