Sesta tappa del Tour de France: Greipel vince in volata. Nibali sempre in giallo

Di MARCO CESTE ,

la maglia gialla Nibali
la maglia gialla Nibali

Da Arras a Reims, 194 chilometri, con arrivo in volata. Questa la sesta tappa del Tour de France. Un Tour che, al momento, sta vedendo un grande protagonista: Vincenzo Nibali.

Ieri si è corsa una splendida e durissima tappa sul pavè, nella quale il corridore siciliano dell'Astana ha dato spettacolo e ha chiuso al terzo posto, staccando tutti i favoriti alla vittoria finale, soprattutto Contador. Con Froome fuori gara in quanto ritiratosi, ora lo spagnolo ha un ritardo superiore di due minuti e mezzo da Nibali. Il Tour è ancora molto lungo, troppo per fare calcoli e previsioni, ma intanto gli italiani sognano e Nibali ha fatto capire a tutti che fa sul serio e il successo alla Grand Boucle non è un miraggio. I francesi lo hanno capito.

Il meteo avverso non ha certo favorito gli atleti e a causa della pioggia e dell'asfalto bagnato, vi sono state diverse cadute e anche qualche ritiro.

Fin dal primo chilometro quattro uomini sono andati in fuga, compiendo un'azione lunga e dispendiosa che è stata annullata a 15 chilometri dal traguardo, quando il gruppo con presente la maglia gialla ha ripreso i fuggitivi e si è ricompattata. Ora, ci si prepara a un arrivo in volata.

A un chilometro dall'arrivo il polacco Michal Kwiatkowski tenta l'azione solitaria e scatta, ma viene ripreso e il primo a tagliare il traguardo è Andrè Greiper, tedesco della Lotto Belisol.



Può interessarti