Red Bull Pump Track World Championship a Primiero San Martino di Castrozza

Di GIANCARLO COSTA ,

Red Bull Pump Track (foto red bull)
Red Bull Pump Track (foto red bull)

Il Red Bull Pump Track World Championship questo fine settimana sbarca in Italia. La sfida sull'onda infinita di gobbe e curve in appoggio di cui è fatta una pump track approda nel nostro Paese con l’unica tappa italiana dell'inedito circuito mondiale. Sabato 25 agosto in Trentino, a Primiero San Martino di Castrozza, scopriremo chi è il più grande interprete di questa disciplina, che per molti biker è il perfetto distillato della MTB.
Teatro di gara sarà il nuovissimo Primiero Pump Track, costruito in collaborazione con Velosolutions, leader assoluto del settore a livello internazionale, che dopo aver creato strutture di questo tipo in ogni angolo del pianeta, da New York a Manila, dal Cile al Sud Africa, ha deciso di realizzare il suo primo Pump Track in Italia, nel cuore delle Dolomiti. Si tratta di 1.200 m² di puro divertimento con curve paraboliche, una bowl e dossi di varie dimensioni che danno vita ad un’infinità di tracciati dalle forme più svariate, simmetriche o asimmetriche, adatte alle due ruote ma anche a skateboard e monopattini. Il tracciato è pubblico e gratuito, studiato per essere accessibile a tutti, dai rider professionisti, che sulle varianti più difficili possono allenarsi e affinare la tecnica, fino ai bambini, ai quali è stata dedicata una facile kids line. Lo scopo principale è quello di divertirsi ma soprattutto di riuscire a percorre il Pump Track senza pedalare, ovvero sfruttando la spinta (pump) del corpo attraverso un continuo movimento dato dall’alternanza di piegamenti ed estensioni.

Partecipare all’unica tappa italiana del Red Bull Pump Track World Championship è un gioco da ragazzi: basta aver compiuto i 16 anni e procedere all’iscrizione online sul sito ufficiale https://redbullpumptrackworldchampionship.com (costo iscrizione 15 euro – incluso di pacco gara). Dopo una run di qualificazione cronometrata, i migliori 32 uomini e le migliori 8 donne si daranno battaglia, sfidandosi in un testa a testa ad inseguimento per qualificarsi al turno successivo.
I 4 migliori uomini e tutte le donne che avanzeranno verso le manche ad eliminazione diretta in qualifica staccheranno un biglietto per la finale, che si svolgerà il 13 ottobre a Springdale, in Arkansas, mentre ai primi classificati assoluti delle due categorie Red Bull e Velosolutions copriranno anche le spese di volo e pernotto per raggiungere gli Stati Uniti e contendersi il titolo mondiale.
Prima e dopo la gara il pubblico potrà cogliere l’occasione per scoprire i magnifici paesaggi delle Pale di San Martino, spettacolari quanto le evoluzioni dei concorrenti in pista. Il weekend della gara sarà interamente dedicato ai giovani con intrattenimento, musica, concerti live e la partecipazione del gruppo The Cyborg.
Programma completo dell'evento e le iscrizioni al sito ufficiale:
https://redbullpumptrackworldchampionship.com/race/race-detail/primiero-italy-25-08-2018/.

Fonte Red Bull Communication

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti