Presentato il Giro della Valle d’Aosta

Di MARCO CESTE ,

466 chilometri, 3 tappe in linea, un prologo e una cronoscalata finale. Ma anche 25 squadre provenienti da 14 stati diversi e la consapevolezza che chi vorra trionfare dovrà confrontarsi contro il gotha del ciclismo giovanile mondiale. Questo è il Giro della Valle d’Aosta 2014, presentato oggi nella biblioteca regionale di Aosta.

Un Giro particolare, quello numero 51, che è nato nonostante le traversie finanziarie che il comitato valdostano ha incontrato nella messa a punto del programma di gara. Ma nonostante tutto, il Giro 2014 è pronto. Si partirà mercoledì 16 luglio con il cronoprologo di Valgrisenche e si concluderà domenica 20 luglio con la cronoscalata di Morillon Les Esserts, in Francia. Nel mezzo, tre tappe in linea: una valdostana (Valtournenche-Breuil Cervinia), una francese (Chatel-Morillon Les Esserts), intervallate dalla Martigny-Salvan Les Marecottes, la frazione interamente organizzata dal comitato del Vallese – in Svizzera – che di fatto è la vera grande novità di questo Giro 2014.

 “Non voglio parlare di Giro numero 51, ma di Giro numero uno" ha spiegato il Presidente della Società Ciclistica Valdostana, Vasco Sarto. "Dopo il Giro del Cinquantenario - ha aggiunto - in un certo senso riparte la storia del Petit Tour. Il mio augurio è che la storia di questa corsa mitica possa continuare a lungo, e le partnership che negli anni si sono create con gli amici della Savoia e quelli del Vallese sono positive. In questi dieci anni da Presidente, però, ho un grande rammarico: non essere riuscito a fare breccia nel cuore dei valdostani. Purtroppo nella nostra Regione tanta gente non sa che questa corsa esiste. E’ un peccato, perchè a livello internazionale, insieme al Tour de l'Avenir, siamo la gara a tappe più conosciuta nel panorama degli Under 23”.

Ufficio Stampa Giro della Valle d’Aosta



Può interessarti