Presentato il Giro d'Italia 2016 all'Expo Milano: la corsa rosa in programma dal 6 al 29 maggio, partenza in Olanda e arrivo a Torino. Ivan Basso annuncia il suo ritiro dall'agonismo

Di GIANCARLO COSTA ,

La presentazione del Giro d'Italia con Valverde, Nibali, Contador, Basso e Sagan (foto federciclismo)
La presentazione del Giro d'Italia con Valverde, Nibali, Contador, Basso e Sagan (foto federciclismo)

Il Giro d'Italia 2016, organizzato da RCS Sport/La Gazzetta dello Sport in programma dal 6 al 29 maggio, è stato svelato ieri EXPO MILANO 2015, prima volta di una Grande Gara a Tappe ad una Esposizione Universale.

Sono stati oltre 1.000 gli ospiti che hanno gremito la platea dell’Auditorium di EXPO MILANO 2015. A fare gli onori di casa il Commissario Unico di EXPO MILANO 2015, Giuseppe Sala. Sono intervenuti inoltre l'Amministratore Delegato di RCS Sport, Raimondo Zanaboni, il Presidente dell’Unione Ciclistica Internazionale, Brian Cookson, oltre a molti campioni delle due ruote a partire dalla nuova Maglia Iridata, Peter Sagan. Insieme a lui anche il vincitore dell’ultimo Giro d’Italia, Alberto Contador, Vincenzo Nibali, Alejandro Valverde, Philippe Gilbert, Tom Dumoulin, Marcel Kittel, Elia Viviani e Ivan Basso (vincitore della Corsa Rosa nel 2006 e 2010) che nell’occasione ha ricevuto un premio speciale alla carriera. Inoltre sono intervenuti, in maniera cospicua, anche rappresentanti del mondo delle Istituzioni, degli Sponsor e dei Media.

Raimondo Zanaboni, a nome di RCS Sport, ha detto: "È un piacere essere all’Expo e ha un significato particolare perché Expo è stato un evento di grande successo, vetrina dell’Italia migliore. Anche il Giro sempre di più, oltre ad essere un evento sportivo, vuole essere vetrina e rappresentare i migliori valori del nostro paese."

"È la 99esima edizione quella del 2016, precede la grande edizione del centenario. Il Giro è un evento che ormai è un pezzo di storia d’Italia, di grande tradizione ed è il principale evento di RCS Sport. Un evento internazionale organizzato da una società che sempre di più guarda al di fuori dei confini italiani. Infatti giovedì partirà l’Abu Dhabi Tour, organizzato da RCS Sports and Events. La stessa RCS Sport fa parte di un più grande sistema, composto da Gazzetta dello Sport, dalla sua gemella Marca in Spagna e da Last Lap, società di eventi sportivi spagnola, e sempre di più si proietta verso una dimensione internazionale."

"A sottolineare questo la Grande Partenza del 2016 sarà al di fuori dei confini italiani, nei Paesi Bassi e per la precisione nella Regione del Gelderland".

Brian Cookson, intervenuto nell'occasione parlando italiano per salutare la platea, ha detto: "Sono molto felice di essere qui a Milano. Il Giro sta diventando sempre più globale, poiché è fonte di ispirazione per tutti i tifosi in tutto il mondo. Sono sicuro che il vincitore del prossimo Giro sarà un corridore completo. Sono un grande tifoso e non vedo l’ora che il Giro abbia inizio."

"La stagione del WorldTour si è chiusa ieri con la vittoria di Vincenzo Nibali al Lombardia. La Spagna ha vinto la classifica generale con Valverde miglior corridore e Movistar migliore squadra. Manca solo un evento nel calendario internazionale, l’Abu Dhabi Tour, che si concluderà con L’UCI Gala. Voglio personalmente ringraziare RCS per il sostegno logistico che ha dato a questo evento e a tutto quello che fa per il movimento ciclistico, così come il presidente della FCI Renato Di Rocco".

Ivan Basso, dopo aver ricevuto il premio, ha annunciato il suo ritiro dall'agonismo: "Per me è un giorno molto particolare. È difficile ringraziare trent’anni di ciclismo, lo farò nel tempo. Mi ritiro dalle corse ma non è un giorno triste, perché il mio rapporto con il ciclismo continuerà e sono molto felice perché lavorerò nel mondo che amo. Il Giro d'Italia è stato l'apice della mia carriera e poter salutare tutti dal palco della presentazione è un vero onore".

Il Giro partirà per la 12^ volta nella sua storia dall’estero e in particolare dai Paesi Bassi, nella Provincia del Gelderland.

ENEL NUOVO SPONSOR DELLA MAGLIA ROSA

Dopo tre anni di successi e di proficua collaborazione con BALOCCO la Maglia Rosa cambia sponsor. A partire dal 2016 e fino al 2018 sarà ENEL il marchio che comparirà sulla Maglia del leader della classifica generale del Giro d’Italia. (fonte federciclismo.it)

LE TAPPE

1ª tappa, venerdì 6 maggio, Apeldoorn (Crono individuale), 9,8 km

2 ª tappa, sabato 7, Arnhem-Nijmegen, 190 km

3 ª tappa, domenica 8, Nijmegen-Arnhem, 189 km

Lunedì 9, riposo

4 ª tappa, martedì 10, Catanzaro-Praia a Mare, 191 km

5 ª tappa, mercoledì 11, Praia a Mare-Benevento, 233 km

6 ª tappa, giovedì 12, Ponte-Roccaraso (Aremogna) 165 km

7 ª tappa, venerdì 13, Sulmona-Foligno, 210 km

8 ª tappa, sabato 14, Foligno-Arezzo, 169 km

9 ª tappa, domenica 15, Chianti Classico (Crono individuale), 40,4 km

Lunedì 16, riposo

10 ª tappa, martedì 17, Campi Bisenzio-Sestola, 216 km

11 ª tappa, mercoledì 18, Modena-Asolo, 212 km

12 ª tappa, giovedì 19, Noale-Bibione, 168 km

13 ª tappa, venerdì 20, Palmanova-Cividale del Friuli, 161 km

14 ª tappa, sabato 21, Alpago (Farra)-Corvara, 210 km

15 ª tappa, domenica 22, Castelrotto-Alpe di Siusi (Crono individuale), 10,8 km

Lunedì 23, riposo

16 ª tappa, martedì 24, Bressanone-Andalo, 133 km

17 ª tappa, mercoledì 25, Molveno-Cassano d’Adda, 196 km

18 ª tappa, giovedì 26, Muggiò-Pinerolo, 234 km

19 ª tappa, venerdì 27, Pinerolo-Risoul, 161 km

20 ª tappa, sabato 28, Guillestre-Sant’Anna di Vinadio, 134 km

21 ª tappa, domenica 29, Cuneo-Torino, 150 km

Un Giro d'Italia che a parole stuzzica già Vincenzo Nibali, vincitore nel 2013 e assente negli ultimi due anni per programmare al meglio la sua partecipazione al Tour de France. Speriamo che quest'anno programmi al meglio con la sua squadra, l'Astana, la partecipazione al Giro d'Italia, visto che per gli italiani il Giro è la più bella e importante corsa del mondo e un corridore come Nibali, cartine del percorso alla mano, tra cronometro e tappe di montagna, è il favorito n°1 della corsa rosa. Sarebbe poi un modo per prepararsi al meglio all'altro grande appuntamento, le Olimpiadi di Rio de Janeiro, che si corrono ogni 4 anni e che prevede un percorso duro per scalatori. Per lo “Squalo dello Stretto” un'occasione di fare un'accoppiata storica.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti