Presentati i Campionati Italiani a cronometro di Cavour il 4 ottobre

Di GIANCARLO COSTA ,

Presentato il Campionato Italiano a cronometro di Cavour (1)
Presentato il Campionato Italiano a cronometro di Cavour (1)

A poco più di tre mesi di distanza dai Campionati Italiani femminili di ciclismo su strada disputati
lo scorso 24 giugno tra Rivoli e Agliè, la provincia di Torino ospiterà un nuovo evento ciclistico di
livello nazionale: i Campionati Italiani a cronometro. La gara è in programma a Cavour nel pomeriggio
di giovedì 4 ottobre ed è organizzata dalla Rostese Rodman, società che già si è occupata della
manifestazione tricolore di giugno. Proprio la perfetta riuscita di quest'ultima – a livello tecnico e
organizzativo – ha indotto la Federazione Ciclistica Italiana e la Regione Piemonte ad affidare alla
Rostese Rodman anche la realizzazione dei Campionati Italiani a cronometro, che torneranno
all'ombra delle Alpi per il secondo anno consecutivo dopo l'edizione 2017 disputata tra Ciriè e Caluso,
peraltro in concomitanza con le prove in linea tricolori. Il 4 ottobre a Cavour saranno due le categorie
in gara: Elite femminile e Open maschile, comprendente cioè Professionisti, Elite senza contratto e
Under 23. Partenza e arrivo della corsa saranno a Cavour, comune della città metropolitana di Torino
posto a sud di Pinerolo e al confine con la provincia di Cuneo. Lo start, in particolare, sarà posto in
piazza Sforzini; per le donne alle 13, per gli uomini alle 14. Il traguardo sarà in via Giolitti. Il percorso
è lungo 20,5 km e sostanzialmente pianeggiante ed è disegnato tra i comuni di Cavour, Campiglione
Fenile e Bibiana con passaggio per le frazioni di Gemerello (Cavour) e Fenile (Campiglione Fenile). Le
donne percorreranno il circuito una volta, gli uomini due volte; gli atleti partiranno naturalmente “da
soli”, a intervalli regolari di un minuto l'uno dall'altro. Le iscrizioni chiuderanno a ridosso dell'evento,
ma tra i partecipanti spiccano già diversi nomi importanti. Al via ci saranno Gianni Moscon, trentino
classe 1994 del Team Sky, e Fabio Felline, torinese classe 1990 della Trek-Segafredo, rispettivamente
primo e secondo nella passata stagione sul traguardo di Caluso. Con loro correranno a Cavour anche
Davide Martinelli (Quick-Step Floors), bresciano classe 1993, e Alessandro De Marchi (BNC Racing
Team), friulano classe 1986 che con Fabio Felline vestirà la maglia azzurra ai prossimi Mondiali a
cronometro. In campo femminile occhi puntati, in particolare, sulle atlete delle Fiamme Azzurre,
plurimedagliate a livello nazionale e internazionale, giovanile e assoluto. Tra loro la vicentina Tatiana
Guderzo (BePink) e la romana Marta Bastianelli (Alé-Cipollini), classe 1984 e 1987 rispettivamente;
Elena Cecchini (Canyon-SRAM), 26enne friulana seconda nell'edizione 2017 dei Campionati Italiani
a cronometro vinti da Elisa Longo Borghini, e la torinese classe 1993 Rossella Ratto (Cylance Pro
Cycling).

Questo il commento dell’Assessore allo Sport della Regione Piemonte Giovanni Maria Ferraris:
“Per dare giusto merito allo splendido territorio al confine della provincia di Torino con quella di Cuneo,
ho immaginato di portare una competizione di livello nazionale trovando l’interesse favorevole della
Federazione Ciclistica Italiana.
Così è approdato nel Pinerolese il Campionato Italiano Cronometro Donne Élite e Uomini Open, un
importante momento di sport che abbraccia una porzione della Strada delle Mele, dimostrandosi
scenario ottimale per le atlete e gli atleti che andranno a percorrerne i dolci declivi e le strade di
pianura per misurarsi sul tempo.
Rivolgo i miei più vivi complimenti a tutti i sindaci delle amministrazioni coinvolte, perché ancora
una volta dimostrano che l’unione fa la forza e che quando un progetto è un buon progetto ogni
personalismo viene naturalmente superato.
Desidero esprimere ampia soddisfazione e dedicare un sincero tributo di gratitudine per la capacità
organizzativa alla Rostese Rodman, che si è già dimostrata all’altezza con i Campionati Italiani
femminili nel Gran Premio Residenze Reali e che ha saputo rinnovare la propria responsabilità su
terra piemontese per questa nuova esperienza sportiva.
Un alto livello organizzativo, frutto di sacrificio, impegno e passione, che anche la Federazione Ciclistica
Italiana ha riconosciuto assegnandole competizioni di così grande rilevanza.
Rivolgo un pensiero di riconoscenza anche alle tante realtà associative, sportive, culturali e ricreative
presenti sul territorio, in primis alla Pro Loco di Cavour, che con l’impegno dei loro volontari permettono
una costante assistenza e promozione nei tanti eventi che si susseguono per la valorizzazione e la
crescita della nostre terre.
Confido che il Gran Premio Strada delle Mele, una gara ciclistica che percorre cultura e tradizione
tra le nostre aziende agricole, sappia emozionarci nell’agonismo dei nostri sportivi, ma anche per le
suggestioni e la bellezza, i profumi e i colori che questo territorio regalerà a tutti noi.”

Fonte u.s. Regione Piemonte

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti