Philippe Gilbert trionfa a Verbania, continua la cavalcata in maglia rosa di Contador al Giro d'Italia

Di GIANCARLO COSTA ,

L'arrivo di Philippe Gilbert (foto cyclingnews)
L'arrivo di Philippe Gilbert (foto cyclingnews)

La 18a tappa del Giro d'Italia, da Melide a Verbania di 170 km, proponeva l'inedita salita del Monte Ologno, 10 km con pendenza media del 9%. E il pubblico di Verbania ha salutato il trionfo di un grande campione del ciclismo degli ultimi anni, il belga Philippe Gilbert della BMC che conquista la seconda tappa in questo Giro con un altro numero da fuoriclasse qual'è, visto che rientrando sui primi 4, ha tirato dritto e ha staccato tutti.

La fuga va via dopo un'ora ai 50 km/h, un gruppetto di 13 che arriverà al traguardo con non pochi colpi di scena. Colpi di scena che riguardano anche la classifica generale. Ai -50 dal traguardo una caduta blocca lo spagnolo Landa dell'Astana 2° in classifica, che perde circa 40 secondi e si trova nella scomoda posizione d'inseguitore, anche rispetto al compagno di squadra Aru. Quindi la Tinkoff tira a tutta, e dopo pochi minuti di salita Alberto Contador inizia la sua danza sui pedali e da solo parte, non tanto per la vittoria di tappa, visto che i fuggitivi hanno 8 minuti di vantaggio, quanto per mettere in difficoltà il duo dell'Astana Landa/Aru. E ci riesce alla grande, andando via con il canadese Hesjedal, che di comune accordo vanno al traguardo con 1'13” sugli altri uomini di classifica. Per la maglia rosa Contador ora sono 5 e 6 i minuti di vantaggio sulla coppia dell'Astana, con Aru che sa soffrire e non molla.

 Un Giro onorato alla grande da Philippe Gilbert, che fa, ai microfoni della RAI, la battuta più bella del Giro: “E' incredibile per me essere qui al traguardo e vedere Contador in televisione che sta ancora pedalando, non era mai successo in una tappa con la salita”. Un fuoriclasse, non solo in bicicletta.

Un giro straordinario che si prepara a vivere domani il tappone di montagna con arrivo a Cervinia.

Classifica di tappa

1 Philippe Gilbert (Bel) BMC Racing Team 4:04:14

2 Francesco Bongiorno (Ita) Bardiani CSF 0:00:47

3 Sylvain Chavanel (Fra) IAM Cycling 0:01:01

4 Matteo Busato (Ita) Southeast Pro Cycling

5 Amaël Moinard (Fra) BMC Racing Team

6 David De La Cruz (Spa) Etixx - Quick-Step

7 Rinaldo Nocentini (Ita) AG2R La Mondiale

8 Kanstantsin Siutsou (Blr) Team Sky

9 Chad Haga (USA) Team Giant-Alpecin 0:02:42

10 Pieter Weening (Ned) Orica GreenEdge 0:03:55

Classifica generale

1 Alberto Contador (Spa) Tinkoff-Saxo 72:23:09

2 Mikel Landa Meana (Spa) Astana Pro Team 0:05:15

3 Fabio Aru (Ita) Astana Pro Team 0:06:05

4 Andrey Amador (CRc) Movistar Team 0:07:01

5 Yury Trofimov (Rus) Team Katusha 0:09:40

6 Leopold Konig (Cze) Team Sky 0:10:44

7 Damiano Caruso (Ita) BMC Racing Team 0:11:05

8 Steven Kruijswijk (Ned) Team LottoNL-Jumbo 0:12:53

9 Ryder Hesjedal (Can) Cannondale-Garmin Pro Cycling Team 0:13:01

10 Alexandre Geniez (Fra) FDJ.fr 0:14:01

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti