Al Palazzo della Gran Guardia di Verona celebrati vincitori e premiati del circuito ALÉ Challenge 2015 e presentati gli eventi 2016

Di GIANCARLO COSTA ,

Squadra femminile Alè Cipollini Galassia (foto newspower)
Squadra femminile Alè Cipollini Galassia (foto newspower)

Parterre de Rois al Gran Galà di ALÉ Challenge 2015. Al Palazzo della Gran Guardia, nel cuore di Verona, uno spettacolo d’eccezione ha animato il palcoscenico scaligero, tante erano le cose da dire, parecchi gli atleti da premiare, molteplici le iniziative da promuovere. Presenti numerosi ex campioni del ciclismo nostrano, oltre a personaggi illustri del mondo dello sport e delle istituzioni, che uno dopo l’altro si sono avvicendati sul palco.

La General Manager di ALÉ Alessia Piccolo ha presentato un’anteprima della nuova collezione sportiva, sono stati celebrati tutti i campioni ALÉ Challenge della passata stagione ed è stata svelata la rinnovata “ALÉ – La Merckx”, che sarà appuntamento di prestigio del circuito ALÉ Challenge 2016.

Ciliegina sulla torta della serata, la presentazione della squadra femminile ALÉ Cipollini Galassia, che anche il prossimo anno battaglierà per ottenere una posizione di prestigio nel panorama ciclistico internazionale.

Una spettacolare coreografia hip-hop ha aperto la serata, prima che i presentatori Paolo Savoldelli, vincitore del Giro d’Italia 2002 e 2005, e Barbara Pedrotti ricordassero gli appuntamenti ALÉ Challenge, dialogando con i campioni del passato e del futuro. Mario Cipollini, testimonial ALÉ, ha espresso le proprie considerazioni al riguardo della squadra femminile e delle elettrizzanti biciclette che portano il suo nome: “Un grazie a Federico Zecchetto, anima costruttiva di quest’idea, ho portato la mia esperienza in termini ciclistici e Federico ha messo tutto il resto, siamo felici di avere un prodotto considerato di altissimo livello”.

La GM ALÉ Alessia Piccolo si è accodata nei ringraziamenti ad una figura di riferimento come Zecchetto, prima di presentare la nuova ALÉ – La Merckx che il prossimo 12 giugno partirà in Piazza Brà a Verona e affronterà suggestivi passaggi in Valpolicella e in Lessinia: “La sicurezza è la cosa più importante, rispetteremo i principi che così bene avevano figurato alla vecchia GF Merckx, la città che ci ospiterà se lo merita. Per chi non vorrà entrare nella mischia costituiremo una griglia VIP che partirà in ultima fila. Chi ne farà parte potrà godersi in maniera più tranquilla i magnifici luoghi che saranno l’essenza del percorso, il quale sarà reso ufficiale fra una decina di giorni, una parte di esso sarà uguale a quella dello scorso anno ma ci stiamo ancora lavorando, prima di esporci vogliamo che la sicurezza venga garantita al massimo livello”.

Dichiarazioni seguite a ruota dalle alte cariche della città scaligera, il sindaco Flavio Tosi e l’Assessore allo Sport del Comune di Verona Alberto Bozza. Il primo cittadino ha tenuto a presenziare, portando il saluto della città: “So quanto sia difficile e quali sofferenze si provino ad essere un grande atleta in uno degli sport più difficili che ci siano. È con convinta ammirazione che sono qui stasera, la nostra città è profondamente legata al mondo del ciclismo ed è portata ad esserlo per conformazione territoriale e paesaggistica. Tutti assieme faremo un piacere allo sport, una disciplina che significa sacrificio, salute e valori veri”. L’Assessore allo Sport Alberto Bozza si è detto entusiasta nel vedere una Gran Guardia così ricca di appassionati e campioni del mondo del ciclismo: “Verona è una città che ha dato tanto al mondo dello sport, ed è una festa per gli amatori che sarà qualcosa di eccezionale anche per il panorama ciclistico giovanile, per far sì che molti più ragazzi si avvicinino a questo magnifico sport. La partenza di ALÉ – La Merckx nel cuore della città sarà motivo d’orgoglio per tutti noi. Verona sa rispondere al meglio ad eventi straordinari come questi e sta diventando punto di riferimento nazionale per molte discipline sportive”.

A confermare quanto detto da Bozza, è salita sul palco anche Melania Gabbiadini, attaccante e capitana di lungo corso della squadra calcistica femminile AGSM Verona, che si è detta onorata di far parte del glorioso palcoscenico veronese. La presenza della sorella di Manolo Gabbiadini, calciatore del Napoli e della nazionale italiana, è stata preludio della presentazione della squadra femminile ALÉ Cipollini Galassia, costituita da 12 donne provenienti da 5 paesi e 2 continenti, in grado di poter vantare numerosi successi e che saranno protagoniste della prossima stagione yellow fluo orange, la cui maglia è stata svelata da Alessia Piccolo nel corso della serata.

Dopo alcuni attimi di suspense, sono uscite le tappe che costituiranno il circuito ALÉ Challenge 2016 ed il nuovo calendario, a dimostrazione di quanto impegno venga messo nel proporre annualmente ai cicloamatori nuovi scenari, territori ed iniziative, il che non significa lasciare in secondo piano le ‘storiche’ della manifestazione, come la Granfondo Liotto che ne fa parte fin dalla prima edizione.

Le gare che animeranno la prossima annata saranno GF Selle Italia, GF Liotto, GF fi’zi:k, GF Whysport, GF San Benedetto del Tronto, GF ALÉ – La Merckx, GF Pinarello e GF Scott.

Il ciclismo si riscopre più ‘rosa’ con cinque donne su otto granfondo a fare da Team Leader dei rispettivi eventi, dimostrazione di caparbietà e competenza in questo difficile ruolo.

Dopo aver svelato maglie, percorso, circuito e team femminile, è toccato ai premiati della passata edizione del Challenge coinvolgere il folto pubblico presente in sala, con i primi 10 di ogni categoria mediofondo e granfondo festeggiati uno ad uno con una sfilata ininterrotta di celebrazioni, che hanno visto più di 100 atleti salire sul palco. I primi della lista, coloro i quali sono riusciti a dimostrare le proprie abilità anteponendo tecnica e fatica ad ogni altra priorità fisica ed umana lungo i tracciati, per la distanza Granfondo sono stati: Paolo Minuzzo (Senior), Mauro Gerarduzzi (M1), Marco Manzardo (M2), Giancarlo Pavanello (Veterani 1), Luigi Tarchini (Veterani 2), Mauro Paulotto (Gentlemen 1), Luigi Cioni (Gentlemen 2), Lorenzo Breda (Super Gentlemen 1), Roberto Rosin (Super Gentlemen 2), Emma Delbono (F1), Florinda Neri (F2), Nicoletta Magro (F3). Il Mediofondo ha visto alzare le braccia al cielo: Andrea Pontalto (Senior), Daniele Bergamo (M1), Marco Trevisan (M2), Cristiano Pegoraro (Veterani 1), Daniele Magagnotti (Veterani 2), Paolo Mazzoli (Gentlemen 1), Filippo Attolini (Gentlemen 2), Armano Quaglierini (Super Gentlemen 1), Francesco Bolpagni (Super Gentlemen 2), Enrica Furlan (F1), Nuria Maccioni (F2), Marisa Coato (F3), last but not least il Brevetto Squadre ALÉ Challenge 2015 ottenuto dal Team Armistizio Hard Service, davanti a Prasecco Biesse e ASD FP Race. Una serata ricca di novità ed attività promozionali, che andranno a costellare di eventi il calendario ciclistico 2016, rigorosamente Made in ALÉ.

Info: www.alechallenge.com

Fonte Newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti