Ottimo successo per la prima Fondo Città di Cerignola (FG)

Di MARCO CESTE ,

Fondo Città di Cerignola 2014 l'arrivo Matteo Di Lella
Fondo Città di Cerignola 2014 l'arrivo Matteo Di Lella

La prima edizione della Fondo Città di Cerignola è partita bene nei numeri: 340 iscritti, 250 partecipanti (compresi i cicloturisti ma non inseriti in classifica) e ben 175 arrivati.

Possono essere soddisfatti gli organizzatori dell’Asd Cicogna-Lanotte Bike, in primis Michele Piacquadio e Matteo Lanotte, che hanno avuto parole di elogio per tutti coloro che si sono adoperati per l’ottima riuscita della manifestazione archiviando così un successo sopra le aspettative, nonostante le concomitanze a livello regionale ed extra-regionale.

Giornata stupenda in chiave metereologica: cielo terso e temperatura gradevole, l’ideale per pedalare e chiudere in bellezza l’anno solare 2014 in ambito cicloamatoriale per coloro che hanno partecipato a questa manifestazione valevole come Campionato Interforze e prova di Centro Italia Tour.   

Il folto gruppo di partecipanti, dopo esser sfilato per le vie di Cerignola a passo turistico per una decina di chilometri, si è diretto a gran velocità verso le ampie distese pianeggianti del Tavoliere sconfinando in Basilicata nell’alto Vulture che hanno fatto da splendida cornice al resto della competizione.

Non solo Cerignola (Foggia), ma anche i comuni di Lavello e Venosa (Potenza) si sono attrezzati per il passaggio della gara con un’accoglienza stile Giro d’Italia e tanti applausi tributati dal primo all’ultimo atleta.  

Per quanto concerne la cronaca, sulle prime rampe di Lavello gruppo in fila indiana ma dopo la discesa della diga Rendine verso Venosa i più forti si sono avvantaggiati frazionando notevolmente il gruppo con una media oraria superiore ai 40 chilometri orari.

Sotto l’arrivo il migliore è stato Matteo Di Lella (Nuova Torpado-Sannicandro Garganico, primo di fascia tra i senior) grazie a una progressione micidiale negli ultimi 2 chilometri che gli ha permesso di anticipare nell’ordine Gabriele Centorame (Asd Team Go Fast, secondo tra i senior) e il vincitore finale del Giro dell’Arcobaleno 2014 Piero Zizzi (Autotrasporti Convertini, primo tra i veterani) che facevano parte di un agguerrito lotto di pretendenti al successo tra cui il tricolore ACSI 2014 Stefano Borgese (Team Kyklos Abruzzo, primo di fascia tra gli junior) al nono posto e il campione italiano in carica FCI Tommaso Elettrico (Team Calcagni, secondo di fascia tra gli junior) che non è andato oltre la decima posizione.  

“ È stata una bellissima gara, organizzata bene e con tantissima gente sulle strade ad incitarci – ha dichiarato Matteo Di Lella, di Sannicandro Garganico (Foggia), già ciclista in gioventù fino all’età di 18 anni con la maglia del GS Torpado -. Fisicamente stavo abbastanza bene e sono riuscito a vincere la seconda gara della stagione. Sto tornando ad alti livelli perché nel 2012, spinto dagli amici, sono risalito in sella ma ancora non ero convinto delle mie possibilità. Poi, nonostante tutto, sono riuscito pian piano a risalire sul podio. Sono contentissimo perché ad oggi il ciclismo mi sta dando una seconda giovinezza”.

Al femminile la firma è stata messa dall’esperta Barbara De Lorenzo (Borgoantico Campomarino) molto brava a lasciarsi alle proprie spalle un’altra big del pedale come Patrizia Tropiano (Carbinia Bike) oltre a Roberta D’Ascanio (Pedale Sulmonese), Eleonora Valluzzi (Meridiana Team) e Karina Pili Ana (GS Tixania).

“ Sono contentissima del mio risultato poiché questa granfondo non è adatta alle mie caratteristiche. Sono una scalatrice e salite qui tra Puglia e Basilicata non c’erano, soltanto strappi. Ho dovuto fare i conti con delle rivali che erano riuscite ad interpretare bene il percorso. Nonostante corro e ho corso sempre senza senza gregari, sono riuscita a farmi valere e per di più in volata dando più di 100 metri alla seconda ” ha dichiarato Barbara De Lorenzo, di Chieti, protagonista di un 2014 esaltante con le vittorie alle granfondo di Fara San Martino, Vulture, San Salvo e Angelini Group, oltre a diverse cronoscalate e le gare a circuito tra cui quella a Campomarino organizzata dalla società locale presieduta da Enzo Bo.

Oltre ai già citati Di Lella, De Lorenzo, Zizzi e Borgese si sono messi in evidenza come leader delle proprie categorie Vincenzo Tarantini (Asd Francesco Di Palma) tra gli junior, Antonio Castorani (Asd Team Fast Go) tra i gentlemen, Giovanni Cardillo (Bike Team San Severo) tra i supergentlemen A e Michele Moscarelli (Fieramosca Team Bike Barletta) tra i supergentlemen B. 

“Grazie a tutti!” – è stato il commento entusiasta di Matteo Lanotte – “Queste sono le uniche parole, dopo una gara organizzata in maniera davvero lodevole mettendoci cuore, anima, passione e competenza”.

“ La Fondo Città di Cerignola è stata una manifestazione eccellente in tutto - ha sottolineato Michele Piacquadio – e  che sicuramente avrà un seguito  ma destinato ad aumentare come numero di iscritti. Sicuramente l'anno prossimo faremo del nostro meglio, rendendo un po’ più impegnativo il percorso. Alla base di questo successo c’è stata una macchina organizzativa ad hoc che non ha fatto mancare nulla a tutti i partecipanti con sontuose premiazioni e un ghiottissimo pasta party finale. Un doveroso ringraziamento alle amministrazioni comunali di Cerignola, Lavello e Venosa per il sostegno oltre ai tanti sponsor e uno particolare al Preside del Liceo Scientifico Statale Albert Einstein di Cerignola per la concessione dell'utilizzo dell’impianto scolastico come location della Fondo e la palestra Maria Grieco”.

Le classifiche complete 

Luca Alà - ufficio stampa



Può interessarti