Nella Granfondo Novara successi di Alain Seletto e Viviana Brazzo

Di GIANCARLO COSTA ,

Partenza granfondo Novara (foto Cavallini Play Full)
Partenza granfondo Novara (foto Cavallini Play Full)

Un vero successo l'edizione 2016 della Granfondo Novara, capace di portare nella cittadina piemontese un vero fiume di gente nel lungo fine settimana del 7 e 8 maggio.

La festa, perché di festa si è trattato, è iniziata il sabato mattina con l'apertura del vasto villaggio espositivo che ha occupato metà Piazza Martiri della Libertà. Le migliori marche del settore, e non, sono state letteralmente prese d'assalto dai ciclisti, ma anche dai novaresi incuriositi.

Alle ore 11.00 circa, i tre ciclisti ufficiali, accompagnati da tanti altri amici, sono pronti per il prendere il via per la "Staffetta dei Comuni", la pedalata non competitiva a staffetta, capace di coinvolgere tre ciclisti per ogni comune attraversato dal percorso di granfondo. Ogni terzetto percorrerà il tratto del proprio comune, passando il gagliaretto-testimone al terzetto successivo.

Il pomeriggio è entrato nel vivo alle 17.00 quando le 70 bikes di Spinning sono state occupate su ben due turni, dando così la possibilità a 140 persone di pedalare sotto uno splendido sole al ritmo di ottima musica.

Un ricco aperitivo è stata l'occasione per assaggiare prodotti tipici locali, sia per i ciclisti, sia per i novaresi che si sono trovati a passeggiare nell'area expo.

Sono le ore 21.00 di sabato quando l'ultima staffetta giunge al Giardino del Broletto, letteralmente invaso dai Novaresi, dando il via alle magiche note delle canzoni di Lucio Battisti, magistralmente eseguite dalla band Innocenti Evasioni. Il concerto, completamente gratuito e offerto dal GS Alpi, è durato fino a sera tarda, con numerose richieste di bis da parte dei presenti.

Sono le ore 8.00 di domenica mattina, quando vengono aperte le griglie poste in Piazza Martiri e i 1500 ciclisti dei1700 iscritti si accingono ad occupare le proprie posizioni. Un vero successo di iscrizioni, capaci di sforare il limite dei 1500 dorsali previsti. Non passa certo inosservata la divisa arancione del team CCC Polsat di Davide Rebellin, accompagnato in prima griglia da Luca Chirico della Bardiani e da Davide Vilella del Team Cannondale.

Alle 9.00 in punto viene dato lo start. Il folto plotone si muove compatto fuori dalla città per prendere il via volante e dirigersi verso i tre percorsi proposti: il granfondo di 173 chilometri, il mediofondo di 148 chilometri e il corto di 125 chilometri. Tre le province toccate: Novara, Vercelli e Biella in uno splendido viaggio tra le risaie novaresi e le prealpi biellesi.

La corsa parte subito forte e chi sa che vorrà competere per il corto prende il volo, mentre chi opterà per i percorsi più impegnativi, tiene il gas ridotto. E' infatti la salita alla Colma di Baltigati che inizia a frazionare il gruppo dei favoriti, mentre il gruppetto battistrada ha già svoltato per il percorso corto, dirigendosi verso l'arrivo. Non resta che risolvere la corsa allo sprint dove il più veloce è Cristiano Parrinello che precede Davide Ripamonti e Andrea Volpi. Vittoria per distacco quella femminile, che assegna l'oro a Loredana Girello ai danni di Chiara Costamagna e Mariagrazia Villanova.

In testa resta Luca Chiesa, che viene raggiunto dal torinese Jacopo Padoan quando manca un chilometro dallo scollinamento dell'Alpe di Noveis. A Borgosesia, dove è posto il bivio dei percorsi lungo e medio, Padoan opta per la mediofondo e galoppa solitario per 50 chilometri fino all'arrivo dove giunge a braccia levate. Tra gli inseguitori è volata, che viene regolata da Aldo Ghiron ai danni di Christian Martinelli. Dominio blu arancio nella categoria femminile con le ragazze del Team De Rosa Santini che si accaparrano il primo e il secondo posto, rispettivamente con Erica Magnaldi e Raffaella Palombo. Terza piazza per Elena Pancari.

Sulle rampe di Briona si forma il nuovo battistrada, che porta in testa alla corsa quattro elementi: i valdostani Alain Seletto e Wladimir Cuaz, assieme al torinese Enrico Dogliotti e al bergamasco Andrea Natali.

I quattro collaborano fino all'ultima curva, dove si avvantaggia Seletto, che brucia così in volata Cuaz e Natali, lasciano Dogliotti ai piedi del podio.

Dominio femminile della piacentina Viviana Brazzo, che infligge distacchi importanti alla novarese Sabrina De Marchi e alla svizzera Ylenia Polti.

Tra le società la vittoria va alla torinese Rodman Azimut Squadra Corse, che batte per numero di partenti la società di casa, il GC '95 Novara e piazza sul terzo gradino del podio la brianzola Makakoteam.

Nel mentre i grandi erano a faticare sulle varie salite prealpine, quasi quattrocento piccoli ciclisti invadevano le vie cittadine di Novara con "Bimbinbici", la pedalata non agonistica di 10 chilometri. Un lungo serpentone di vera allegria itinerante.

«Un'esperienza assolutamente da ripetere - dichiara Rossano Pirovano, l'assessore allo Sport del Comune di Novara - Volevamo la città in piena festa grazie alle biciclette e finalmente siamo riusciti nel nostro intento. Già fin d'ora ci assumiamo la responsabilità di assicurare l'esistenza della prossima edizione».

«Sono veramente soddisfatto di come sia andata questa prima edizione della Granfondo Novara firmata GS Alpi - dichiara Vittorio Mevio, organizzatore della manifestazione - Abbiamo incontrato veramente molte difficoltà per riuscire a mettere in piedi questa granfondo, ma grazie all'impegno di tutti siamo riusciti a creare un buon prodotto. Mi preme ringraziare, in primis, l'amministrazione comunale nell'avere scelto la nostra organizzazione per mettere in piedi questa granfondo, ma un ringraziamento tutto particolare va ai ragazzi del Gruppo Ciclistico '95 Novara, che sono stati di assoluto supporto e senza i quali tutto questo non si sarebbe potuto mettere in pista. Ringrazio in particolar modo Antonio Piciaccia, che è stato in grado di aprire tutte le porte necessarie e Aurelio Baglione, preziosissimo supporto logistico e massimo esperto del territorio. Un ringraziamento a tutti i comuni e Prefetti che ci hanno coadiuvato in questo progetto».

CLASSIFICHE

GRANFONDO MASCHILE

1. Alan Seletto (A.S.D. Velo Valsesia); 4:53:22

2. Wladimir Cuaz (Cicli Lucchini); 4:53:23

3. Andrea Natali (Team Trapletti La Pace Asd); 4:53:24

4. Enrico Dogliotti (Team De Rosa Santini); 4:53:25

5. Leonardo Viglione (Asd Team Ucsa); 4:55:36

6. Stefano Milesi (Team Breviario); 4:55:37

7. Davide Togni (Asd Team Isolmant); 4:55:37

8. Riccardo Toia (Team Trapletti La Pace Asd); 4:55:40

9. Luca Ripamonti (G.S. Studio Moda - Hair Gallery); 4:55:41

10. Federico Brevi (Team Viesse Rotopress Tirano); 4:55:47

GRANFONDO FEMMINILE

1. Viviana Brazzo (Asd Team Perini Bike); 5:32:38

2. Sabrina De Marchi (Team De Rosa Santini); 5:51:21

3. Ylenia Polti (Mtbike Team); 6:00:31

4. Natalia Glowa (Ciclotech Frascati); 6:13:53

5. Claudia Salvi (Asd Beautifull Lodi); 6:13:54

MEDIOFONDO MASCHILE

1. Jacopo Padoan (Flj Sport Solution); 4:01:19

2. Aldo Ghiron (Team Edilcase 05); 4:02:08

3. Christian Martinelli (Alta Valtellina Bike Asd); 4:02:09

4. Federico Savasi (Asd Ex3Mo True Racing); 4:02:10

5. Luca Chiesa (Asd Team Raschiani); 4:02:10

6. Francesco Enrico Ragazzini (Asd Team Ucsa); 4:02:10

7. Michael Raggio (Team Edilcase 05); 4:02:11

8. Niki Giussani (Team Trapletti La Pace Asd); 4:02:18

9. Toft Bjorn (Vce Martigny); 4:09:15

10. Federico Pola (Team Viesse Rotopress Tirano); 4:09:18

MEDIOFONDO FEMMINILE

1. Erica Magnaldi (Team De Rosa Santini); 4:09:41

2. Raffaella Palombo (Team De Rosa Santini); 4:40:07

3. Elena Pancari (Team Loda Millenium); 4:45:20

4. Lorenzina Rosset (Team De Rosa Santini); 4:45:23

5. Carla Mondani (Asd Team Perini Bike); 4:47:25

CORTO MASCHILE

1. Cristiano Parrinello (Team Lnc Jolliwear); 3:05:20

2. Davide Ripamonti (Asd Team Isolmant); 3:05:23

3. Andrea Volpi (Asd Team Isolmant); 3:05:58

4. Cristian Monico (Gs Team Peruffo); 3:05:59

5. Diego Piva (Rodman Azimut Squadra Corse); 3:05:59

6. Federico Berta (A.S.D Gruppo Ciclistico ’95 Novara); 3:06:07

7. Maurizio Anzalone (Èquipe Èxploit); 3:06:13

8. Walter Pacchiardo (Ciadit Cicli Sumin); 3:06:13

9. Simone Sorace (Team Lnc Jolliwear); 3:06:13

10. Marco Remo Santoro (Sc Quinto Al Mare); 3:06:13

CORTO FEMMINILE

1. Loredana Girello (Cicli Colomba); 3:16:30

2. Chiara Costamagna (Team De Rosa Santini); 3:20:51

3. Mariagrazia Villanova (System Cars Cucine Asnaghi Team Chiappucci); 3:22:19

4. Claudia Bordiga (Peperoncino Team.It); 3:36:02

5. Laura Calissoni (Team 100.1 Asd); 3:39:22

Fonte Play Full

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti