Misterno, quando si dice bike extreme

Di DAVE ,

Dopo l'interessante intervista con Stefania Valsecchi e il racconto dei suoi viaggi, nonchè la presentazione della sua impresa che si sta attualmente svolgendo in Perù in compagnia di tre amici, siamo riusciti a contattare anche Davide Frana un altro escursionista appassionato di mtb, che con la bici si lancia in imprese a dir poco impegnative, conosciamo meglio Davide.

Davide Frana, aka Misterno, è un carabiniere appassionato di ruote grasse, montagna, escursioni, sci e subacquea; gli sports outdoor lo attirano e lo coinvolgono in ogni forma e partendo da Mestrino in provincia di Padova, si è cimentato in imprese davvero avvincenti.

La sua lunga avventura è partita nel 2005 con 2000km percorsi tra Guatemala, Chiapas e Belize per quello che è stato il Ruta Maya, nel 2006 è stata poi la volta dell'Inca Trail con 4500km tra Perù ed Equador, nel 2007 è toccato al Chaco Trail e altri 2000km tra Bolivia e Paraguay.

Per quest'anno i progetti sono tanti e impegnativi, dal 10 di giugno è partita la spedizione per il Lago Salato, 400km su un territorio a dir poco infernale, tra novembre e dicembre sarà la volta dell'Amazzonia con 1650km in programma tra Manaus Amazonas in Brasile e Ciutad Guyana in Venezuela.

E per non farsi mancare nulla nel 2009 è in progetto la R.A.AM., Race Across America, 5000km complessivi per un coast to coast dalla California a New York.

Davide corre per se stesso, non ha in programma gare o competizioni, vive la mountainbike come una passione e questi viaggi oltre ad arricchire il suo bagaglio di esperienza gli servono per mettersi alla prova, per misurarsi con imprese che per un "comune mortale" sarebbero impossibili. Lui vuole solo dimostrare che tutto è possibile basta un buon allenamento e tanta forza di volontà.

Con questa impresa appena partita Misterno ha diversi obiettivi, tra cui quello molto importante per lui, ma anche per i marchi che lo accompagnano nel suo viaggio, di testare attrezzatura e fisico alle impressionanti escursioni termiche che troverà sul Lago Salato, si passerà dagli oltre 30° di giorno ai circa -10°, -15° gradi di notte. L'obiettivo è quello di attraversare l'intero deserto in due giorni e una notte, per fare ciò Davide si prenderà qualche giorno di tempo per allenarsi e abituare il fisico al nuovo fuso orario e al nuovo clima, oltre che ovviamente adattarsi all'altitudine che sappiamo può portare problemi alla respirazione.

Una volta che il programma di allenamento, studiato dal dottor Vittorio Garaventa detto Vik, che segue da sempre Davide, sarà terminato l'impresa prenderà il via.

Nei prossimi giorni avremo la fortuna di seguire l'evolversi del viaggio, Misterno infatti, ci terrà aggiornati sulla sua attività e, tecnologia permettendo, ci invierà del materiale preso in direttissima dal posto che noi non mancheremo di pubblicare e mettervi a disposizione, quindi restate connessi nei prossimi giorni e tornate a trovarci per scoprire l'evolversi dell'avventura di Davide Frana.



Può interessarti