Michele Cartocci si aggiudica il Tour dell'Umbria

Di MARCO CESTE ,

Assegnate le maglie del 4° Tour dell’Umbria dopo quatto giorni di lotta serrata (ph Play Full Nikon)
Assegnate le maglie del 4° Tour dell’Umbria dopo quatto giorni di lotta serrata (ph Play Full Nikon)

Per il secondo anno consecutivo l’aretino Michele Cartocci della Cavallino ha vinto il Tour dell’Umbria, mentre la cesenate Veronica Pacini della Cicli Copparo ha bissato il successo del 2012, conquistando laclassifica generale femminile. Gregory Bianchi del Team Saccarelli Alpin, che vive a Chiaserna di Cantiano (Pu), ha vinto in solitaria l’ultima tappa, svoltasi a Montone, e anche la maglia dei GPM. Quella dei TV è andata all’aretino Luca Donnini del Team Scott Pasquini, mentre quella Csain è stata vinta dal romano di origine umbra Sandro Valcelli della Franchi-Valcelli.

«Sono davvero soddisfatto di questo bis – commenta Cartocci –, che dedico a mia moglie Francesca, a mia figlia Benedetta e a tutta la squadra, che ha fatto un grandissimo lavoro per riportare a casa la vittoria finale». Emozionata Veronica Pacini: «Dopo un anno di assenza sono tornata qui al Tour insieme ad alcuni compagni di squadra. E’ un’emozione davvero molto grande aver vinto di nuovo. Sono riuscita a tenere la maglia dall’inizio alla fine grazie anche all’aiuto della squadra, che mi ha dato una grande mano, anche perché avevo contro avversarie forti come Roberta Chiappini. E’ proprio ai miei compagni di squadra che dedico questa maglia e ovviamente a mio marito Fiorenzo, che in questi giorni è rimasto a lavorare al bar anche per me». Questo il commento di Gregory Bianchi: «Lo scorso anno, qui a Montone, avevo ottenuto un secondo posto e oggi mi sono rifatto. A circa 100 metri dal gpm ho fatto forcing e sono andato via da solo. Ringrazio i miei compagni di squadra, il presidente Angelo Alunni e tutto lo staff». A dare il via all’ultima tappa sono stati il sindaco di Montone Mirco Rinaldi e l’assessore allo Sport Roberta Rosini. Dopo aver riassorbito tutte le fughe, il gruppo attacca la salita finale lungo le cui rampe la corsa esplode e vengono fuori i migliori. Alla fine è Gregory Bianchi del Team Saccarelli Alpin a trovare l’assolo, mentre alle sue spalle è sprint in salita per il secondo e terzo posto, conquistati rispettivamente da Michele Cartocci della Cavallino e da Giordano Mattioli del Team Monarca Trevi.

Tornando alle maglie, quelle di categoria sono state vinte: la Junior (Tappezzeria Autolavaggio Moretti Piero) dall’aretinoGiovanni Nucera della Cicli Gaudenzi, la Senior (Conad Sangiorgi) dall’aretino Michele Cartocci della Cavallino, la Veterani(maglia Ottica Videtis) dall’aretino Marco Vichi della Cavallino, la Gentlemen (maglia Agritiber Uno) dal brianzolo Davide Bellato del Team Makako, la Supergentlemen A (Rocco Ragni Cashmere) da Giancarlo Rivaroli del’Uc Petrignano, che è di Foligno (Pg), e la Supergentlemen B (Hotel Fortebraccio) da Mario Luciani della Ciclorapida, anche lui folignate. Tra le società ha primeggiato il Team Saccarelli Alpin, davanti alla Cavallino e al Newteam Essebi. 

Questi, dunque, i verdetti della 4a edizione della corsa a tappe umbra. Terminata l’ultima fatica, tutti al ristorante Adamo di Corlo di Montone per le premiazioni e il pranzo finale, a cui ha partecipato la famiglia Mozzini dell’autogrill Gianni Oil e Jessy Grill, sponsor della maglia assoluta femminile, il vicepresidente vicario e responsabile nazionale del ciclismo dello Csain Biagio Nicola Saccoccio e il presidente dello Csain perugino Raffaello Germini. 

Foto, video e classifiche complete saranno presto disponibili sul sito www.tourdellumbria.net.

Ordine d’arrivo: 1) Gregory Bianchi (Team Saccarelli Alpin), 2) Michele Cartocci (Cavallino), 3) Giordano Mattioli (Team Monarca Trevi), 4) Giovanni Nucera (Cicli Gaudenzi), 5) Hubert Krys (Cicli Copparo), 6) Samuele Scotini (Team Bike Cerqueto), 7) Luciano Mencaroni (Cicli Copparo), 8) Marco    Morrone (Cannondale Gobbi FSA), 9) Matteo Gnucci (Team Saccarelli Alpin), 10) Lorenzo Bernardini (Team Scott Pasquini).

Play Full - ufficio stampa



Può interessarti