La stagione ciclocrossistica di ACSI Ciclismo chiude con numeri da record

Di GIANCARLO COSTA ,

Premiazione ACSI Ciclocross
Premiazione ACSI Ciclocross

La stagione ciclocrossistica di ACSI Ciclismo volge al termine, e lo fa con numeri record: 130 partenti di media per ogni gara con punte di 200 atleti ai nastri di partenza. Un boom per questo particolare tipo di disciplina ciclistica, abitualmente praticata nei mesi invernali in attesa che l’attività agonistica su strada riprenda il proprio cammino. Le competizioni consistono in circuiti off-road fra prati e boschi generalmente molto brevi, dai 2 ai 5 km, ripetuti più volte affrontando anche degli ostacoli lungo il percorso, con tratti d’asfalto posti generalmente in prossimità dell’arrivo.

Le pendenze del tracciato variano costantemente, attraverso salite ripide e brevi discese, a volte su sentieri talmente stretti da permettere il passaggio di una sola bicicletta per volta, il cosiddetto single-track per dirla nel gergo degli appassionati bikers. Si ‘corre’ dunque su prato, fango, sabbia ed asfalto, con cambi repentini e tratti talmente diversificati da durare una manciata di secondi appena, con il concorrente che spesso e volentieri, a causa del fango e delle pendenze, è costretto a scendere dalla bici e a superare gli ostacoli (massimo 40 cm) trasportando la bici in spalla. Nel corso degli anni gli itinerari di gara sono diventati sempre più scorrevoli, evitando distacchi eccessivi e garantendo un esito più combattuto delle sfide.

Le biciclette utilizzate sono molto simili a quelle da corsa, con ruote sottili, robuste e meno rigide, mentre gli scarpini sono identici a quelli indossati dagli atleti di mountain bike, i quali consentono di sganciare spesso i piedi dai pedali superando gli ostacoli e permettendo di correre “bici in spalla” anche per lunghi tratti.

Lo scorso 10 gennaio ACSI Ciclismo ha sfoggiato il prestigioso appuntamento con il Campionato Nazionale ciclocross di Garbagnate Milanese, una località dalla forte vocazione ciclocrossistica che ha regalato una giornata memorabile a tutti gli appassionati che si sono cimentati con la disciplina ciclistica davanti ad un folto pubblico. Garbagnate è una delle tappe del circuito Master Palzola, capace di coinvolgere gli appassionati da ottobre a febbraio, fra Piemonte, Lombardia e Veneto.

Le porte sono state spalancate a tutte le categorie di ACSI settore Ciclismo, premiate al termine del circuito rispettivamente in Primavera - Debuttanti – Junior – Senior – Veterani – Gentlemen – Super A – Super B – Donne A – Donne B. La stagione ciclocrossistica Palzola si è conclusa tra luci scintillanti, con tantissimi premi, allegria e applausi, confortati dalle dichiarazioni entusiaste del responsabile nazionale di ACSI Ciclismo Emiliano Borgna in merito al progetto sportivo del Master: “Andrebbe esportato su orizzonti ancora più ampi”. Una sfilata di campioni e membri degli staff dirigenziali hanno fatto incetta di premi, nella certezza che il Master Palzola si disputerà anche nella prossima stagione, grazie alla conferma di tutte le gare.

Un progetto che accomuna le iniziative agonistiche a quelle sociali e di beneficenza, come l’esempio di Cinzia Falconi, madre “coraggio” di un ragazzo appassionato di ciclocross recentemente scomparso, la quale non ha voluto fiori al funerale del figlio ma offerte in denaro in favore della Onlus “Più di 21”, per persone con la sindrome di Down, ragazzi che il giovane Mirko conobbe proprio in occasione del ciclocross di casa Palzola.

Carmine Catizzone, ex atleta ed ora membro “tuttofare” di ACSI Ciclismo e del Master, descrive quest’ultimo come un evento “orientato da anni allo sport solidale”, in particolar modo verso la AFPD, Associazione Familiari Persone Disabili, volta ad aiutare i ragazzi tramite donazioni, gite ed iniziative su misura.

La stagione invernale del ciclocross Palzola si è da poco conclusa, ma il mondo di ACSI Ciclismo già si rituffa con entusiasmo nell’avventura in mountain bike della Mb Marcello Bergamo MTB Cup, al via il 13 marzo. L’universo di ACSI Ciclismo continua a girare senza fermarsi mai.

Info: www.acsi.it/Ciclismo 

Fonte Newspower

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti