La Liegi-Bastogne-Liegi a Bob Jungels, quinto Domenico Pozzovivo

Di GIANCARLO COSTA ,

Liegi Bastogne Liegi a Bob Jungels (foto cyclingnews)
Liegi Bastogne Liegi a Bob Jungels (foto cyclingnews)

Bob Jungels lussemburghese della Quick-Step Floors ha vinto Doyenne, conquistando la sua prima classica Monumento della carriera, la Liegi-Bastogne-Liegi. Il 25enne Jungels si è presentato tutto solo sul traguardo di Ans dopo un bellissimo attacco sferrato sulla côte de la Roche au Faucons, quando ha sorpreso i favoriti e approfittato anche di un’ottima condotta di gara di tutta la sua squadra, anche oggi grande protagonista.
Alle sue spalle, a 37″, è arrivato il canadese Michael Woods, che ha preceduto il francese Romain Bardet, quarto, a 39″, il francese Julian Alaphilippe che ha regolato lo sprint del primo gruppetto di inseguitori. Alle spalle del transalpino tre italiani: Domenico Pozzovivo quinto, Enrico Gasparotto sesto e Davide Formolo settimo.
Una lunga fuga ha animato la prima parte della corsa. Il gruppo ha tenuto sotto controllo la situazione e poi è andato a riprendere i fuggitivi. I big sono entrati in azione con decisione sulla Côte de la Roche au Faucons: ha lavorato prima la Bahrain Merida, ma poi è stato un attacco secco di Philipep Gilbert (Quick-Step Floors) a far saltare il banco. Diversi corridori si staccano, tra i quali anche Nibali, Uran e Matthews.
Davanti si è selezionato un ristretto gruppetto dal quale è uscito al momento giusto Bob Jungels che si è amministrato con grande bravura sulle ultime salite di giornata e poi si è presentato a braccia alzate sul traguardo di Ans.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti