La Cronosquadre ai Mondiali di ciclismo su strada di Doha alla Etixx Quick Step. Al femminile quarte le italiane Bepink

Di GIANCARLO COSTA ,

L'Etixx Quick Step Campione Mondiale a squadre a cronometro (foto Bettini cyclingnews)
L'Etixx Quick Step Campione Mondiale a squadre a cronometro (foto Bettini cyclingnews)

Sono iniziati i Campionati Mondiali di ciclismo su strada a Doha in Qatar con la cronometro a squadre per team. Erano le favorite della vigilia e come tali si sono comportate l’Etixx Quick Step e la BMC squadra campione uscente.

Lotta incerta fino all’ultimo tratto, quando la squadra diretta da Davide Bramati con Tony Martin, Bob Jungels, Niki Terpstra, Yves Lampaert e Julien Vermote ha fatto la differenza con una progressione impressionante. Per il gruppo belga si tratta di un ritorno dopo i titoli vinti con il nome Omega Pharma-Quickstep nel 2012 e 2013.

Argento per la BMC, con due pilastri italiani, Manuel Quinziato e Daniel Oss insieme a Rohan Dennis, Stefan Kueng, Taylor Phinney e Joseph Rosskopf erano reduci dal doppio titolo iridato del 2014 e 2015

Bronzo all’ Orica-Bikeexchange con Luke Durbridge, Alexander Edmondson, Daryl Impey, Michael Matthews, Svein Tuft a 37”12 dai vincitori. La top ten è completata dal Team Sky 4°, Team Lotto NL.Jumbo 5°, Movistar 6°, Giant-Alpecin 7°, Katusha 8°, Astana 9° e Veranda’s Willems 10°.

Cronometro femminile

La Boels Dolmans conquista il titolo iridato della cronosquadre femminile. Riesce nell'impresa di togliere il titolo iridato alla Canyon SRAM che aveva vinto, con nomi e nazionalità diverse, dal 2012 al 2015. Netto il vantaggio di 48”24 delle olandesi Chantal Blaak, Karol-Ann Canuel, Elizabeth Deignan, Christine Majerus, Evelyn Stevens e Ellen Van Dijk. Argento alla Canyon che schierava la campionessa d’Italia Elena Cecchini, insieme a Alena Amialiusik, Hannah Barnes, Lisa Brennauer, Mieke Kroger e Trixi Worrack (Ger1981). Medaglia di bronzo a 1’56” dalle vincitrici alla Cervelo Bigla composta da Ciara Horne, Lisa Klein, Lotta Lepisto, Ashleigh Moolman-Pasio, Joelle Numainville e Stephanie Pohl.

Ottima la prestazione del team italiano Bepink, quarto a 2’46”03, con FrancescaPattaro,IlariaSanguineti, Silvia Valsecchi, Amber Neben (Usa), Georgia Williams (Nzl) e Olga Zabelinskaya (Rus).

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti