La Canavesana: ciclismo d’epoca eroico ad Albiano d’Ivrea | Bici.tv

La Canavesana: ciclismo d’epoca eroico ad Albiano d’Ivrea

Di GIANCARLO COSTA ,

Canavesana d'Epoca 2 (foto organizzazione)
Canavesana d'Epoca 2 (foto organizzazione)

Domenica 3 giugno 2018 si è svolta ad Albiano d’Ivrea la 8a edizione della manifestazione La Canavesana - ciclismo d’epoca eroico – cicloturistica riservata a bici da corsa d’epoca (ante 1987), valida come 3a Tappa del Giro d’Italia Bici d’Epoca 2018.
La manifestazione organizzata dal Team Fuori Onda Bike di Albiano d’Ivrea è interamente dedicata ai Campioni Canavesani e Valdostani che hanno fatto grande il ciclismo nel passato a livello nazionale ed internazionale, Maurice Garin, Riccardo Filippi, Franco Balmamion, Brunero.
Due giornate di festa ad Albiano d’Ivrea all’insegna del vintage e del ciclismo eroico, che il meteo ha risparmiato fin da subito portando sole e caldo, come nelle edizioni precedenti.

Sorpresa della giornata di Sabato la presenza, in bicicletta per un saluto alla manifestazione, di Paola Gianotti, la ciclista dei records con il giro del Mondo in solitaria in 144 giorni, la traversata del Giappone in 9 gg, negli USA 48 Stati in 43 gg, Transiberiana Race oltre 9.000 km, Bike the Nobel come testimonial per la candidatura al Nobel per la Pace alla Bicicletta da Milano ad Oslo.
La promessa entusiastica di presentarsi alla prossima edizione 2019 nei panni di ciclostorica sulle orme di Alfonsina Strada

Quindi si è svolta una pedalata gourmet “Aspettando la Canavesana” che ha visto oltre 60 partecipanti, in abbigliamento vintage e tweed ride, raggiungere Romano Canavese su strade secondarie per essere accolti in una bella villa LIBERTY del primo ‘900 “Le Jardin Fluery” dove si è vissuta una esperienza di gusto Liberty in un ambiente raffinato, affascinante ed esclusivo.

Accolti dalla proprietà, Cristina Ariagno e consorte, dalla Presidente del Giro d’Italia d’Epoca, Michela Moretti Girardengo e dall’Assessore alla Sport della Regione Piemonte, Giovanni Maria Ferraris si sono assaggiati prodotti e vini tipicamente canavesani.

Rientro ad Albiano ed alle 20,00 “Cena alla Canavesana” con gli Organizzatori del Team Fuori Onda Bike e gli ospiti ciclostorici alcuni provenienti dalla Francia.

Domenica 3 giugno, favoriti da una giornata bella e calda sotto l’aspetto meteo, circa 150 atleti provenienti da tutte le parti d’Italia, con una presenza interessante di atleti provenienti da Francia e Svizzera, si sono presentati al via, alla firma del foglio partenza, con abbigliamento e bici rigorosamente anteriori al 1987.

Il via è stato dato alle 9,00 con la presenza delle autorità locali, il Sindaco di Albiano Tezzon Rosanna ed il Sindaco di Romano C.se Ferrero Oscarino, oltre ai saluti giunti da Fabio Felline, corridore professionista, da Gianni Savio e Giovanni Ellena, rispettivamente patron e direttore sportivo della Androni Sidermec Giocattoli.

Completavano la carovana alcune auto d’epoca, moto d’epoca, Vespa, l’Ammiraglia del Velo Club Eporediese ed uno splendido torpedone anni ’30, con valige sul tetto, che ha portato passeggeri in abbigliamento tweed.
In alcune situazioni lungo la strada è parso rivivere scene di film d’autore in costume degli anni 30-40-50.

Due percorsi, 56 km e 100 km, su strade secondarie a basso traffico, permettono di far godere ai partecipanti lo spettacolo che offre il Canavese, castelli, laghi, vigneti, via Francigena e anfiteatro morenico.

Punti forti i due ristori nei Castelli di Masino e di Roppolo, con ambientazione e panorami mozzafiato, serviti da collaboratori in costume d’epoca contadina, per una pausa rivitalizzante agli atleti.

Al rientro pasta party ed a seguire premiazioni ad atleti ed atlete eseguite con criteri legati alla partecipazione, ai luoghi di provenienza ed all’età degli “eroici”.

A contorno della cicloturistica il Team Fuori Onda Bike organizzatore della ciclostorica ha predisposto un mostra fotografica dedicata ai “Campioni Piemontesi”, una dedicata ai “Pensieri e Parole” sul ciclismo da parte di personaggi famosi, e fotografie riguardanti le gesta eroiche dei ciclisti del passato ed un villaggio di espositori di attrezzatura e bici vintage tra le quali spiccavano bici da lavoro da arrotino perfettamente conservata, la bici personale “Girardengo” di Riccardo Filippi (1953) Campione del Mondo Dilettanti a Lugano e vincitore con Fausto Coppi di ben 3 “Trofeo Baracchi” .

Oltre ad essere Tappa del Giro d’Italia Bici d’Epoca, La Canavesana 2018 è stato il primo appuntamento per conseguire il “BREVETTO dei CAMPIONISSIMI” che caratterizza 6 Ciclostoriche del Nord Ovest (La Mitica, La Classica, La Superba, La Langarola, La Campionissima ) testimoniando la grande tradizione ciclistica di Piemonte e Liguria, ricca di Campioni a livello Nazionale ed Internazionale in tutte le epoche.

Si riafferma anche quest’anno come il paese di Albiano d’Ivrea venga abbinato e conosciuto, a livello nazionale ed internazionale, ad una manifestazione vintage come ”La Canavesana” che riesce a far valorizzare il territorio comunale ed il Canavese, con le sue bellezze paesaggistiche, storiche e l’ospitalità della gente Canavesana.

Fonte TEAM FUORI ONDA BIKE

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti