Lo junior tedesco Leo Appelt e la neozelandese Linda Melanie Villumsen sono i nuovi campioni del mondo a cronometro di Richmond (USA), poca gloria per gli azzurri Sobrero 12º, Conci 33º e Valsecchi 30a

Di GIANCARLO COSTA ,

La neozelandese Linda Melanie Villumsen vincitrice crono donne (foto cyclingnews)
La neozelandese Linda Melanie Villumsen vincitrice crono donne (foto cyclingnews)

Il tedesco Leo Appelt è il nuovo campione del mondo della cronometro della categoria Juniores, confermando la tradizione che li vuole dominatori in campo giovanile di questa particolare ma importante disciplina del ciclismo su strada. Ha percorso i 30 chilometri del tracciato in 37'45" alla media di 47,682 km/h. L'hanno seguito sul podio gli statunitensi Adrien Costa argento a 17" e Brandon McNulty bronzo a 59". Per gli azzurrini si è salvato il piemontese Matteo Sobrero, 12° a 2'01" dal vincitore, mentre peggio è andato il trentino Nicola Conci 34° a 3'15". Un gap importante con le nazioni che si sono specializzate non solo nelle crono ma anche nell'inseguimento su pista, cosa che deve far riflettere i vertici del ciclismo, visto che troppo spesso le ccronometro non sono considerate degne di attenzione nelle categorie giovanili.

Nella gara femminile la danese naturalizzata neozelandese Linda Melanie Villumsen, riesce a vincere questa gara ai Mondiali dopo diversi piazzamenti sui gradini bassi del podio, vincendo la gara in 40’29” alla media di 44,299 km/h, precedendo le favorite, l’olandese Anna Van Der Breggen, vincitrice del Giro rosa 2015, campionessa del Mondo uscente, argento a 2”54c

mentre il bronzo va alla tedesca Lisa Brennauer, staccata di 5”26. Poca gloria per l’unica italiana in gara, Silvia Valsecchi, 30a a 3’34” dalla Villumsen. A questo punto per il ciclismo femminile speriamo nel riscatto nella prova in linea, che nei recenti mondiali ha sempre regalato belle soddisfazioni ai colori azzurri. Oggi ultima prova a cronometro, in scena i professionisti, con in gara anche gli azzurri Moreno Moser e Adriano Malori.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti