Jacopo Billi e Maria Cristina Nisi vincono la Gran Paradiso Bike

Di GIANCARLO COSTA ,

Il gruppo di testa della Gran Paradiso Bike (foto organizzazione)
Il gruppo di testa della Gran Paradiso Bike (foto organizzazione)

È il canavesano Jacopo Billi a conquistare la vittoria nella 18a GranParadisoBike, tappa
della Coppa Piemonte di MountainBike, organizzata dal GsAosta, al termine di una gara a ritmi
elevati sin dai primi metri e che si è risolta nella salita alla ‘Cima Coppi’ del tracciato, a
Gimillian, e nella discesa in picchiata sopra l’abitato di Epinel.

Pronti, via e subito i favoriti della vigilia sono davanti, a tenere l’andatura molta alta. A
Lillaz è Giuseppe Lamastra (Silmax) a dettare il ritmo, con qualche metro di vantaggio su un
terzetto formato da Alessandro Saravalle (Silmax), Jacopo Billi (Cicli Olympia) e il vice
campione europeo Juniores, Simone Avondetto (Silmax); a una 20” di secondi di ritardo
transitano Gioele De Cosmo (Team Trek), Andra Cina (Six Boscaro) e Martino Fruet (LaPierre).
Si ritorna verso il fondo valle e si attacca la salita verso Gimillian e subito Jacopo Billi
prende qualche secondo di vantaggio su Avondetto e Lamastra, mentre perde le ruote del
gruppetto di testa Saravalle. A questo punto inizia la grande rimonta del quarantunenne trentino
Martino Fruet, che recupera posizioni, fino ad arrivare a superare Avondetto e conquistare la
provvisoria seconda piazza.

Al ritorno sul Prato di Sant’Orso, sotto lo striscione d’arrivo è Jacopo Billi a passare il
traguardo in solitaria, a mani alzate, e fermare i cronometri sul tempo di 2h0245”, migliorando
la prestazione della passata edizione di 6”. Alle sue spalle, a 38”, è l’immarcescibile Martino
Fruet a conquistare la piazza d’onore, con lo Juniores Simone Avondetto terzo, attardato di
50”5). Ottimo quarto Giuseppe Lamastra (a 1’05”) e quinto Gioele De Cosmo (a 3’28”1° Under
23) che precede nella volata Alessandro Saravalle, sesto e 2° U23.

Al femminile, la vittoria va alla savonese Maria Cristina Nisi (Team Bike Innovation), 64°
assoluta in 2h32’52”), a precedere l’altoatesina Anna Oberparleiter (Team LaPierre; 74°) e terza
posizione a Marta Pastore (Team Bike O’Clock; 111°).
Nella pedalata ecologica i primi a tagliare il traguardo sono stati due portacolori del Cicli
Lucchini, Filippo Latella al maschile e Nicole Truc al femminile.

Fonte fcivda

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti