Granfondo Laigueglia: pedalano in 2700, vincono Alessio Ricciardi e Simona Parente

Di GIANCARLO COSTA ,

Podio maschile Granfondo Laigueglia (foto Cavallini Play Full)
Podio maschile Granfondo Laigueglia (foto Cavallini Play Full)

E' passata una sola settimana dalla sua ultima vittoria colta in terra toscana, che lo spezzino Alessio Ricciardi (Dal Colle-Legend-Miche) aggiunge un altro oro al suo palmares, giungendo solitario al traguardo della Granfondo Internazionale Laigueglia, posto in cima a Colla Micheri dopo oltre 80 chilometri di fuga solitaria.

Un'altra fortunata edizione quella della manifestazione laiguegliese dopo il rinvio causato dal maltempo, che ha trovato una giornata primaverile, così come la manifestazione si merita.

Non sono certo mancate le adesioni per la prima prova del Prestigio di Cicloturismo, che ha chiamato in Liguria quasi tutti i 3000 ciclisti iscritti. Il cambio di data, purtroppo, ha generato alcune defezioni, ma nelle griglie di partenza si sono presentati ben 2700 amanti della bicicletta.

La festa è iniziata già il sabato con l'apertura del vasto villaggio espositivo che ogni anno vede le migliori aziende di settore fare a gara per accaparrarsi un posto. Sempre un'ottima occasione per incontrarsi e scambiare quattro chiacchiere sul percorso da affrontare.

Domenica mattina, alle ore 8.00 in punto, viene dato l'accesso alle griglie poste sul lungo mare e le divise delle società più blasonate, giunte da tutta Italia, isole comprese, danno sfoggio delle nuove livree.

Alle 9.00 precise, l'assessore del Comune di Laigueglia, Lino Bersani, dà il via alla manifestazione.

La corsa parte subito forte fin dalle prime battute con numerosi tentativi di fuga. Passano una quindicina di chilometri e quando ne mancano 83 all'arrivo, lo spezzino Alessio Ricciardi apre il gas e lancia la sua azione. Nelle retrovie i compagni di squadra controllano gli avversari, così il gruppo sonnecchia e lo spezzino guadagna sempre più terreno tanto che all'attacco del Paravenna, il penultimo sforzo di giornata, il distacco vanta oltre 3'30".

Dal gruppo degli inseguitori si staccano il veneziano Igor Zanetti (Cannondale-Gobbi-Fsa), il materano Tommaso Elettrico (Miche-Mg.K Vis-Legend-Lgl) e il toscano Fabio Cini, che si lanciano all'inseguimento del fuggitivo. Il forcing di Zanetti non permette una collaborazione di gruppo, lasciando così Ricciardi involarsi solitario verso l'arrivo posto in cima a Colla Micheri, dove giunge a mani alzate dopo 2 ore 38 minuti.

Si deve attendere un minuto e mezzo per vedersi stagliare la figura di Zanetti e poco dopo la volata per il terzo posto tra Elettrico e Cini che piazza il lucano sul podio.

Senza storia la vittoria femminile dove una potentissima Simona Parente (Somec-Mg.K Vis-Lgl) sbaraglia la concorrenza giungendo al traguardo con soli 8' di ritardo su Ricciardi. Secondo posto in solitaria per la bergamasca Manuela Sonzogni (Team Isolmant). Volata per il terzo posto tra la marchigiana Barbara Lancioni, compagna della Parente, e la cuneese Erica Magnaldi (Team De Rosa Santini), a favore della prima.

Tra le società dominio della trevigiana Team Gf Pinarello che relega al secondo posto la modenese GS Sportissimo Top Level e al terzo la torinese Jolly Europrestige.

«Sono contento che il sole ci abbia tenuto compagnia - confessa Vittorio Mevio, organizzatore del GS Alpi - e che abbia regalato ai quasi 3000 partecipanti la splendida giornata di sport e di festa che il GS Alpi si adopera ogni anno per organizzare. L'allerta meteo del 27 febbraio scorso non avrebbe permesso ai partecipanti di godersi la giornata, per cui avevamo ritenuto opportuno lo spostamento. Tutto è filato liscio grazie al mio staff e a tutte le parti chiamate in causa, quali le amministrazioni comunali, le varie forze di polizia locale, la Polizia di Stato, e tutti i volontari sul percorso.»

CLASSIFICA MASCHILE

1. Alessio Ricciardi (Dal Colle-Legend-Miche); 2:38:28

2. Igor Zanetti (Cannondale-Gobbi-Fsa); 2:39:58

3. Tommaso Elettrico (Miche-Mg.K Vis-Legend-Lgl); 2:41:47

4. Fabio Cini (Genetik Cycling Team Asd); 2:41:51

5. Francesco Pizzo (A.S.D. Citta' Di Misterbianco); 2:41:51

6. Paolo Castelnovo (Asd Team Ucsa); 2:42:31

7. Romolo Gentile (Asd Velosprint Bitonto); 2:42:33

8. Fabio Oliveri (Bicistore Cycling Team); 2:42:38

9. Michele Rezzani (Gianluca Faenza Team); 2:42:40

10. Fabrizio Casartelli (Team Trapletti La Pace Asd); 2:42:43

CLASSIFICA FEMMINILE

1. Simona Parente (Somec-Mg.K Vis-Lgl); 2:47:16

2. Manuela Sonzogni (Asd Team Isolmant); 2:50:50

3. Barbara Lancioni (Somec-Mg.K Vis-Lgl); 2:51:01

4. Erica Magnaldi (Team De Rosa Santini); 2:51:03

5. Marica Tassinari (Team Passion Faentina); 2:57:45

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti