Granfondo Città dei Sassi (MT) nel segno di Angelo Renga e Patrizia Tropiano

Di MARCO CESTE ,

GF Città dei Sassi 2014 l'arrivo di Angelo Renga
GF Città dei Sassi 2014 l'arrivo di Angelo Renga

Lo splendido scenario di Matera con i suoi “Sassi” ha fatto da sfondo all’omonima granfondo su strada organizzata dalla Emmeti Cycling.

I numeri hanno testimoniato la grandezza di questa manifestazione che ha solo 5 anni di vita: più di 500 gli iscritti, 400 i partenti e ben 330 gli arrivati da ogni angolo della Basilicata, dalle vicine regioni di Puglia e Campania, con qualche presenza dalla Sicilia, da Roma, Siena, L’Aquila e persino dall’Inghilterra.

Pioggia e nebbia non hanno infatti scoraggiato i partecipanti che si sono presentati ai nastri di partenza con la voglia di godersi Matera e il contesto della granfondo in modo diverso.

Percorso unico di 105 chilometri, con 1500 metri di dislivello: raduno in piazza degli Olmi sul versante di via Olivetti e tratto iniziale turistico tra le strade di Matera per poi raggiungere Montescaglioso, dove è avvenuta la partenza agonistica toccando le località di Montescaglioso, Pomarico, Grottole e Miglionco per poi ritornare sul traguardo di Matera.

La corsa è stata tutta nel segno di Angelo Renga (Mtb Caserta, primo di fascia tra gli élite sport) che ha preceduto il favorito ed ex campione del mondo 2013 Antonio Borrelli (Autotrasporti Convertini, primo tra i master 3) mentre sul gradino più basso del podio è salito il materano doc e applauditissimo Tommaso Elettrico (Team Calcagni, secondo fra gli élite sport). In gara, ma in qualità di ospite anche l’affermato biker élite Vito Buono (Bi & Esse).

Una quarantina le rappresentanti del gentilsesso: la prima ad arrivare è stata l’esperta atleta di Monopoli (Bari) Patrizia Tropiano della Carbinia Bike, alla ventesima vittoria nell’anno solare, che ha preceduto alle sue spalle Caterina Arco (Team Lombardo Corse) e Caterina Bello (Autotrasporti Convertini).

Oltre ai già citati Renga, Borrelli e Tropiano, ad ottimi livelli si sono messi in evidenza gli altri leader di categoria con il master junior Giuseppe Giannoccaro (Team Eurobike Corato), il master 1 Paolo Di Leonardo (Team Calcagni), il master 2 Gaetano Colletta (GS Piconese Melendugno), il master 4 Michele Iannucci (GS Amoruso), il master 5 Giovanni Caccavale (Boemio Bike Racing), il master 6 Giuseppe (Team Sereco Nocinbici), il master 7 Cosimo Orlando (Team Girotondo Bike) e il master 8 Fosco Montesanti (GC Capoleuca).

Angelo Renga, casertano di 27 anni in forza alla Mtb Caserta, ha fermato il cronometro a 3 ore, 1 minuto e 51 secondi vincendo così la sua prima granfondo su strada in carriera: “ Ritrovarsi davanti ad un campione come Borrelli mi fa molto piacere. Ho trovato un percorso abbastanza nervoso e molto impegnativo, la pioggia ha reso poi ancora più difficile la gara. Sono scattato all’ultimo chilometro e hanno provato a prendermi ma sono riuscito a resistere e adesso posso festeggiare questo primo successo a Matera nella granfondo ”.

“ E’ il secondo anno consecutivo che arrivo secondo qui a Matera – ha dichiarato il tricolore 2014 in linea Antonio Borrelli, di Cava dei Tirreni (Salerno) - dove ho conquistato anche il terzo posto. Pensavo di vincere ma faccio i complimenti al mio conterraneo Angelo Renga perchè è andato davvero forte ”.

Soddisfatto anche l’atleta di casa Elettrico, campione italiano su strada in carica: “La gara con la pioggia è diventata ancora più difficile. Ho subito anche una foratura e sono riuscito a rientrare all’imbocco della salita principale. Pensavo di fare qualcosa in più ma questo terzo posto non è da buttare. Questo è stato il tredicesimo podio stagionale, la mia stagione l'ho fatta, le mie vittorie le ho ottenute e vincere nella mia città sarebbe stata solo una piccola ciliegina sulla torta ”.

Percorso bellisimo e lineare, pacco gara sontuoso, pasta party abbondante, una mega torta celebrativa dell’evento senza dimenticare la sicurezza con chiusura del traffico veicolare, incroci presidiati dai vigili urbani, dalle forze dell’ordine, dai carabinieri, dalla protezione civile e in corsa dallo staff delle Motostaffette Potenza.

Tutta una serie di elementi che sono stati alla base del successo di questa sesta edizione della granfondo nelle parole dell’organizzatore Giuseppe Squicciarini: “ È una sorta di orchestra dove ogni componente ha fatto la propria parte. A tutti vorrei dire grazie per la fiducia che avete per questa manifestazione e per chi la organizza. Noi ce l'abbiamo messa proprio tutta perche riuscisse al meglio e penso che alla fine la pioggia sia stata sconfitta da tutti noi che abbiamo dato vita alla sesta Granfondo Città dei Sassi. Nonostante la pioggia e le strade bagnate, tutto è andato per il meglio. Anche quelle poche cadute che si sono verificate lungo il percorso, sicuramente non belle per chi le ha subite, si sono rilevate meno gravi rispetto a quello che a un primo momento si temevano. A Matera c'era solo chi negli anni ha imparato ad amare questa granfondo, amici che nonostante il tempo consigliava loro di restare a casa, hanno preferito partire con l'incognita della pioggia, perche sentivono che non potevano mancare a questo appuntamento che è prima di tutto una festa del ciclismo ”.

“ Un doveroso ringraziamento va a tutti coloro che hanno organizzato e contribuito a questo grande successo – è stato il commento di Carmine Acquasanta, presidente della Federciclismo Basilicata -. Si è lavorato tanto per avere questo ritorno in termini di qualità e quantità. Tutto questo va dato atto alla Emmeti Cycling di Giuseppe Squicciarini che ha fatto uno straordinario lavoro dietro le quinte ”.

Luca Alò - ufficio stampa



Può interessarti