Nella Granfondo Città di Novara vittorie di Paolo Castelnovo e Olga Cappiello

Di GIANCARLO COSTA ,

Granfondo città di Novara (foto acmediapress)
Granfondo città di Novara (foto acmediapress)

In mezzo a pioggia, vento e grandine la Coppa Piemonte sale sul Mottarone per la 1a edizione della Granfonfo Città di Novara. Poco meno di mille ciclisti decidono di partire con le strade che sono ancora asciutte. Poi le condizioni metereologiche cambiano in fretta. Così come il tracciato di gara che è stato modificato 21 volte per la concomitanza con altri eventi sportivi sul territorio, l'ultima a metà settimana. «Novara crede nella sua grandondo, nel ciclismo degli amatori, e l'anno prossimo, riusciremo a proporre i tracciati originali che avevamo messo a punto» - ha detto l'Assessore allo Sport del Comune di Novara Rossano Pirovano.

Sotto una pioggia battente - che a tratti è diventata un nubifragio tanto da interrompere i ponti radio e le comunicazioni telefoniche – hanno vinto lo scalatore milanese Paolo Castelnovo nel lungo e il canavesano Lorenzo Balducci nel medio. In cima al Mottarone, dove i granfondisti sono arrivati dopo 91 chilometri di gara del percorso rivisto, Castelnovo (Team Ucsa) ha chiuso in 2h46'06” alla media di 32,97 chilometri orari, battendo in volata Andrea Gallo (Pedalasport Area 231) e Marco Provera (Valdossola), dopo che i tre erano rimasti da soli a condurre la gara da un terzo della salita. «Sono partito ai duecento metri – ha detto Gallo – ma poi mi sono piantato. L'arrivo era giusto dietro una curva. Bravo a Paolo Castelnovo». Quarto posto, a 1'06”, per Marco Vogliotti (Granbike Velo Club), protagonista de La Grande Sfida contro l'ex campione del mondo Paolo Bettini, e quinto per Matteo Falzetti (Cicli Cappella Racing).

La mediofondo con arrivo ad Armeno (87 chilometri) si è decisa in discesa con una fuga a sei tra i quali c'erano anche Lorenzo Balducci e l'azzurro della Squadra nazionale italiana di biathlon Pietro Dutto che ha chiuso secondo dietro Balducci (Team Sabbionese), vincitore in due ore 21'26” alla media di 37,16 chilometri orari. Terzo posto, a 6”, per Mattia Magnaldi (Bisalta Mtb). Alain Seletto ha vinto la volata del gruppetto inseguitore. Il valdostano del Velo Valsesia ha chiuso a 45” e preceduto Cristiano Fantini (Passatore).

Tra le donne del lungo pochi problemi per Olga Cappiello (Team De Rosa Santini). La torinese ha dominato vincendo in tre ore 3'18” con 4'54” di vantaggio sulla compagna di squadra Raffaella Palombo e 13'15” su Loredana Porru (Team Trapletti). Nella mediofondo quinta vittoria in Coppa per Erica Magnaldi (Team De Rosa Santini) che ha chiuso in due ore 26'43” con 8'30” di vantaggio su Daniela Di Prima (Bebikers) e 11'43” su Tamara Rollini (Sprint Bike Lumezzane). «E' stata una gara difficile per la tanta pioggia che abbiamo preso in gara ma disputata comunque in sicurezza. Sono soddisfatta della mia gara».

Dopo sei delle otto gara di Coppa Piemonte sono leader di categoria i mediofondisti Loredana Girello, Tamara Rollini, Guido Balocco, Massimo Tavano, Cristiano Fantini, Aldo Ghiron, Roberto Piva, Danilo Riva, Massimo Grappeja e i granfondisti Elena Elisa Ugo, Olga Cappiello, Domenico Ricci, Federico Agostino, Enrico Dogliotti, Andrea Gallo, Giovanni Fedrigo, Roberto Cenci, Marco Capello.

Nella classifica a squadra il Gruppo Sportivo Passatore ha vinto la sesta gara di questa stagione in Coppa Piemonte con 4107 chilometri, davanti a Jolly Europrestige, secondi con 2657 chilometri, e al gruppo ciclistico 95 Novara, terzi con 2048 chilometri.

Fonte acmediapress

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti