La granfondo ciclistica Stelvio Santini, in programma il 7 giugno, quasi a 1000 iscritti

Di GIANCARLO COSTA ,

GF Stelvio Santini 2015
GF Stelvio Santini 2015

A cinque mesi dallo svolgimento della manifestazione ciclistica in Alta Valtellina, manca pochissimo alla soglia dei mille iscritti, gran parte dei quali provenienti dall’estero. La quarta edizione della Granfondo Stelvio Santini in programma domenica 7 giugno si preannuncia come una tappa importante per la crescita della manifestazione, e darà il via ai festeggiamenti dei 50 anni dell’azienda Santini.

Il Mortirolo e lo Stelvio sono due delle salite più belle e dure del mondo, ascese che richiamano i nomi di campioni come Fausto Coppi, Marco Pantani.  Uno straordinario scenario da affrontare con assoluta determinazione, mettendosi alla prova con la Granfondo Stelvio Santini 2015, un evento che porterà i ciclisti nel cuore della storia.

Mancano ancora cinque mesi, e gli organizzatori tracciano un primo bilancio positivo in vista della quarta edizione. Infatti, l’ufficio iscrizioni della manifestazione chiude la prima fase di lancio con una quota di iscritti che supera le aspettative iniziali, e lascia presagire un record di partecipazione all’appuntamento di questa estate.

Il numero di adesioni alla competizione ciclistica, infatti, ha superato i 940 iscritti, e se non bastasse la quantità di ciclisti che hanno già dato la propria adesione alla manifestazione del 7 giugno 2015 a far sorridere gli organizzatori, anche la provenienza degli stessi è un ulteriore elemento qualificante: al momento oltre il 60% proviene dall’estero, che equivale ad una conferma della qualità della manifestazione.

«Siamo estremamente soddisfatti dell’avvio della nostra granfondo poiché, pur non facendo attività mirata di promozione, siamo stati travolti  da una grande massa di iscrizioni – commenta Paola Santini, che si divide tra gli impegni in azienda e la partecipazione all’organizzazione dell’evento – e questo conferma il valore della manifestazione, non solo sul mercato italiano ma anche oltre i confini nazionali».

Dopo aver sfiorato i 1300 ciclisti all’edizione 2014, ora si punta in alto: l’andamento delle iscrizioni lascia presagire un incremento dei partecipanti per la gara che domenica 7 giugno 2015 animerà le strade dell’Alta Valtellina con tre percorsi sulle strade che hanno fatto la storia del ciclismo.

I tracciati studiati dalla US Bormiese, braccio operativo della Granfondo Stelvio Santini, sono di 60 e 137,9 chilometri, ma è soprattutto quello di 151,3 chilometri che rappresenta la prova clou, poiché i partecipanti dovranno scalare, a metà percorso, la celebre salita del Mortirolo.

Nessuno dei tracciati in programma, a prescindere dalla lunghezza, si può considerare leggero, perché oltre alla partenza in comune dal centro di Bormio, i tre percorsi condivideranno l’arrivo al Passo dello Stelvio, una salita emozionante per arrivare al traguardo posto a 2758 metri di altitudine.

Per questa quarta edizione l’organizzazione ha in serbo una particolare sorpresa: «Stiamo finalizzando alcune iniziative – conclude la marketing manager Paola Santini – in particolare una verterà intorno ai festeggiamenti del 50 anniversario della nascita della nostra azienda». Tutti i nati nel 1965 si tengano pronti!

Le sorprese non mancheranno, e la voglia di pedalare nemmeno, per il brand Santini che è sempre stato al fianco dei più grandi ciclisti.

SCHEDA MANIFESTAZIONE

Nome: Granfondo Stelvio Santini

Luogo: Bormio > Stelvio (provincia di Sondrio)

Edizione: Quarta

Percorso lungo: 151.3 km, 4058 m di dislivello - Bormio – Teglio – Mortirolo – Bormio – Stelvio.

Percorso medio: 137.9 km, 3053 m di dislivello - Bormio – Teglio – Bormio – Stelvio.

Percorso breve: 60 km, 1950 m di dislivello - Bormio – Sondalo – Bormio – Stelvio.

Partecipanti edizione 2014: 1.265

Sito web: www.granfondostelviosantini.com

Fonte organizzazione

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti