Nella Gran Paradiso Bike le ruote più veloci sono di Martino Fruet e Giulia Gaspardino

Di GIANCARLO COSTA ,

Giulia Gaspardino vincitrice Gran Paradiso Bike (foto organizzazione)
Giulia Gaspardino vincitrice Gran Paradiso Bike (foto organizzazione)

La Coppa Piemonte per la sua ottava prova si sposta a Cogne in Valle d'Aosta e per la terza volta nella stagione 2015 esce dai confini regionali. 

Per la Gran Paradiso Bike è boom di iscritti: quasi seicento infatti gli iscritti alla gara valdostana che ritrova così i numeri di un tempo.

A vincerla, da veri dominatori sono stati Martino Fruet (Carraro Team Trentino Ale') con il tempo di 1:45 e Giulia Gaspardino (Scott Val Sangone) con il tempo di 2:16. 

Entrambi reduci da una deludente prova di coppa del mondo, sono riusciti a riprendere salute e morale per conquistare il gradino più alto del podio.

Per Martino, la fuga è cominciata presto ed è cominciata nello stesso punto dello scorso anno. 

Dietro si è formato un terzetto composto da Pippo Lamastra (Carraro Team Trentino Ale'), Diego Arias Cuervo (Repartosport LeeCougan) e Michael Pesse (Silmax X-Bionic). 

Diego avrebbe dovuto essere il vero rivale di Martino ma ha perso l'attimo giusto e si è subito ritrovato staccato dal campione del team Carraro, che nella prima discesa tecnica ha salutato tutti e se n'è andato.

Nell'unica lunga salita Arias ha provato a rientrare alzando il ritmo ma quando sembrava quasi fatta è cominciata la discesa, Fruet ha riaperto il gas e non c'è stato più nulla da fare. 

A quel punto le posizioni di testa si sono congelate regalando a Fruet il primo gradino del podio. 

Secondo Arias a 1:48, terzo Lamastra a 3:21. Quarto posto per Michael Pesse che non riuscendo a tenere il ritmo dei tre di testa ha amministrato la corsa cercando di recuperare energie e ha così permesso ad Andrea Cina (Ghost Italia Team) di raggiungerlo. I due, dopo un lungo tratto di gara condotto insieme, si sono ritrovati nella volata finale: Cina è partito un po' presto, si è piantato a poche decine di metri dal traguardo cedendo così a Pesse il quarto posto.

Tra le donne bella partenza di Costanza Fasolis (Repartosport Leecougan) che si porta subito in testa alla gara. Una brutta e fastidiosa caduta le fa perdere però la prima posizione che viene presa da Giulia Gaspardino (Scott Valsangone MTB). La caduta intontisce l'atleta di Alba che non riesce più a prendere il ritmo giusto, nella salita successiva viene superata anche da Roberta Gasparini (La Bicicletteria) partita invece molto piano.

Vittoria quindi per la Gaspardino davanti all'ex campionessa italiana marathon Gasparini. Terzo posto per la Fasolis, quarto per Nicoletta Meli (Scott Racing Team) e quinto per Barbara Piralla (Ghost Italia Team).

La gara di Cogne è stata un successo per il numero di partenti, per il tracciato e per la giornata di sole fantastica. 

La gara è partita da Cretaz mentre l'enorme prato di Sant'Orso è stato teatro dell'arrivo, del pastaparty e delle premiazioni finali per i primi cinque di ogni categoria, più le categorie fat bike e single speed.

Numerosi e ricchissimi sono stati i premi a sorteggio la cui lista è stata esposta dietro al podio delle premiazioni.

La Coppa Piemonte ritorna quindi nella provincia di Torino e risale la Val Susa fino a Claviere per la Clavierissima domenica 6 settembre

Fonte ufficio stampa Coppa Piemonte MTB

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti