Giro Valle d'Aosta: a Cervinia tappa e maglia gialla per il russo Matvey Mamykin, 2º Giulio Ciccone maglia a pois di miglior scalatore

Di GIANCARLO COSTA ,

il russo Matvey Mamykin vincitore tappa Cervinia Giro Valle d'Aosta 2015
il russo Matvey Mamykin vincitore tappa Cervinia Giro Valle d'Aosta 2015

Che i russi abbiano familiarità con Cervinia è noto da tempo, meta di vacanzieri e vip come l'ex presidente Medvedev. Questa volta è toccato a un ciclista, Matvey Mamykin della Russia National Team, conquistare l'arrivo di tappa a Cervinia con un gran numero in salita, che oltra alla vittoria di giornata gli assegna la maglia gialla di leader del “Petit Tour”, una gara per Under23 cheè sicuramente la più dura e selettiva che si corre in Italia. Corsi e ricorsi storici ci dicono che negli ultimi anni il Giro Valle d'Aosta è stato vinto due volte da Fabio Aru, che nemmeno due mesi fa' proprio a Cervinia ha trionfato in un'arrivo di tappa simile a quello odierno, la Gressan-Cervinia di 160 km, che prima della salita di Cervinia proponeva le salite del col d’Introd, la salita a Les Fleurs di Pila da Gressan, la strada dell’envers da Charvensod a Pontey e il Col Tzecore.

Proprio sul col Tze Core la corsa è esplosa, quando il russo Matvey Mamykin ha deciso di andarsene e ha lasciato il plotone dei migliori. Davanti, sin dal mattino, c’erano Lorenzo Rota dell’Unieuro e Giulio Ciccone della Colpack. Mamykin, partito sulle difficili rampe del col Tzecore, ha guidato bene la bicicletta in discesa fino a Saint-Vincent. Quando dopo Chatillon la strada iniziata a salire, si forma una coppia di battistrada con Ciccone e il russo che sono andati avanti regolari e hanno continuato ad aumentare il vantaggio sul gruppo della maglia gialla l'australiano Power, che ha preso la salita con 8 minuti di svantaggio, per recuperarne 5, grazie al lavoro dei compagni di squadra.

Robert Power che ha si perso la maglia gialla, ma che con un ritardo di 11” da Mamykin si giocherà la vittoria finale più che nella tappa di domani di Saint Christophe, nell'arrivo in quota di domenica al Colle del Gran San Bernardo.

Classifica di tappa Km. 160,000 - media 29,631 km/h

1. MAMYKIN Matvey RUSSIA NATIONAL TEAM 05:23:59"

2. CICCONE Giulio TEAM COLPACK 03'24"

3. LUNKE Sindre Skjostad NORWAY NATIONAL TEAM 03'32"

Classifica generale Km. 466,600 - media 31,926 km/h

1. MAMYKIN Matvey RUSSIA NATIONAL TEAM 14:36:54"

2. POWER Robert AUSTRALIA NATIONAL TEAM a 11”

3. Simone Petilli Uniero Wilier Trevigiani a 45”

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti