Giro della Valle d'Aosta: all'arrivo di Cervinia vittoria di Manuel Senni e magia gialla al colombiano Bernardo Suaza Arango

Di GIANCARLO COSTA ,

L'arrivo tappa 1 a Cervinia con Senni 1° e Ciccone 2° (foto Rodella)
L'arrivo tappa 1 a Cervinia con Senni 1° e Ciccone 2° (foto Rodella)

Team Colpack sugli scudi nella prima tappa del 51° Giro della Valle d’Aosta. Uno dei talenti più attesi della formazione orobica di patron Beppe Colleoni, vale a dire il romagnolo Manuel Senni, vince lo sprint a cinque che ha deciso la tappa con arrivo in salita a Breuil/Cervinia.

Ma non è tutto: a completare la magnifica giornata della Colpack sono arrivati anche il secondo posto di Giulio Ciccone ed il quinto di Edward Ravasi tutti facenti parte del quintetto che al termine della salita è rimasto al comando a contendersi il successo

La squadra diretta da Antonio Bevilacqua e Gianluca Valoti ha corso con grande autorità, protagonista nell’arco di tutta la competizione. Già nella prima e corposa fuga iniziale si era inserito Davide Martinelli, già protagonista ieri con il terzo posto nel cronoprologo, azione che ha permesso a tutti gli altri compagni di squadra di restare tranquilli in gruppo sfruttando il lavoro degli avversari.

Poi è stata la volta di Iuri Filosi che dopo lo scollinamento del San Pantaleone, a circa una trentina di chilometri dall’arrivo, ha allungato deciso in discesa cercando di sfruttare le sue doti. Un minuto e quaranta il suo vantaggio massimo sul gruppo, ma la salita finale di una quindicina di chilometri con il vento contro non ha facilitato il suo compito. Il trentino della Colpack è stato riassorbito a pochi km dal traguardo.

A quel punto si è aperta la bagarre in testa. Al comando sono rimasti in tre con Senni e Ravasi c’è il russo Mamykin, poi rientra anche Ciccone con il colombiano Suaza e quindi vanno in cinque a contendersi la vittoria con lo spunto vincente del romagnolo Manuel Senni al secondo successo della stagione.

Proprio il colombiano Bernardo Suaza Arango (4-72 Colombia) è il nuovo leader della classifica generale. Due maglie per il Team Colpack per merito di Ciccone titolare della classifica Gpm e di Senni titolare della classifica a punti. Ciccone, Ravasi e Senni sono rispettivamente secondo, terzo e quarto in classifica generale con un ritardo compreso tra i 21 e i 27 secondi dal capoclassifica.

Oggi il Giro della Valle d’Aosta si sposta in Svizzera per la seconda tappa di 120,6 km da Martigny a Salvan-Les Marecottes.

1^ TAPPA: 1. Manuel Senni (Ita, Colpack) Km. 169 in 4h49'19”, media 35.05; 2. Giulio Ciccone (Ita, Colpack); 3. Matvey Mamykin (Rus); 4. Bernardo Suaza Arango (4-72 Colombia); 5. Edward Ravasi (Ita, Colpack) a 3”; 6° Floris De Tier (EFC Omega Pharma Quick Step) a 23”; 7. Sindre Lunke (Nor); 8. Paolo Bianchini (Ita, Delio Gallina Colosio); 9. Bram Van Broekhoven (VL Technics); 10. Andrea Garosio (Ita, Zalf Euromobil désirée Fior).

CLASSIFICA GENERALE: 1. Bernardo Suaza Arango (4-72 Colombia); 2. Giulio Ciccone (Colpack) a 21”; 3. Edward Ravasi (Colpack) a 23”; 4. Manuel Senni (Colpack) a 27”; 5. Odd Christian Eiking (Nor) a 37”; 6. Paolo Bianchini (Delio Gallina Colosio) a 43”; 7. Bram Van Broekhoven (VL Technics) a 49”; 8. Matvey Mamykin (Rus) a 1'02”; 9. Sindre Lunke (Nor) a 1'03”; 10. Daniel Pearson (Zappi's Racing Team) a 1'05”

Fonte federciclismo.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti