Giro d'Italia: a Sestola trionfa Giulio Ciccone, si ritira Landa, Bob Jungels nuova maglia rosa | Bici.tv

Giro d'Italia: a Sestola trionfa Giulio Ciccone, si ritira Landa, Bob Jungels nuova maglia rosa

Di GIANCARLO COSTA ,

Giro d'Italia a Sestola trionfa Giulio Ciccone
Giro d'Italia a Sestola trionfa Giulio Ciccone

La decima tappa del Giro d'Italia, da Campi Bisenzio a Sestola, 213 km con 4000 metri di dislivello, regala emozioni a non finire. Dopo il secondo giorno di riposo si può dire che inizia un nuovo Giro d'Italia e così è stato. Dopo 66 km si ritira uno dei favoriti, Mikel Landa Meana, che lascia la corsa rosa per problemi di stomaco e in “braghe di tela” il team Sky per l'ennesima volta al Giro d'Italia.

Ma oggi è un giorno di gloria per il ciclismo italiano, che dimostra come una squadra Continental di italiani come la CSF Bardiani possa dare lezioni ai team milionario che dominano il ciclismo mondiale. Va via una fuga e una controfuga, poi l'ammiraglia di Reverberi ferma Boem che era in fuga con Visconti e Niemec e i tre della Bardiani, Boem, Pirazzi e Ciccone mantengono il vantaggio. Si ritrovano in 3 nella discesa dal Pian del Falco, Pirazzi, Ciccone e Cunego. In una curva si toccano Pirazzi e Cunego e in quel momento attacca Giulio Ciccone, che nell'ultima salita verso Sestola mantiene un vantaggio sufficiente per vincere la sua prima corsa da professionista, a 21 anni dopo 5 mesi tra i pro: un grande.

La maglia rosa rimane in case Etixx-Quickstep, con Brambilla che si sacrifica per Bob Jungels che si veste di rosa. Amador è 2° a 26", Valverde e Kruijswijk sono 3i a 50", Nibali è 4° a 52" ed in sesta posizione staccato di 1'11" c'è Brambilla.

Sul traguardo Valverde guadagna altri 3 secondi su Nibali: ogni giorno c'è un buco sempre a favore del campione mursiano della Movistar, speriamo che non siano i secondi a decidere la vittoria del Giro d'Italia.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti