Giro d’Italia: a Piancavallo vince Landa, Quintana nuova maglia rosa

Di GIANCARLO COSTA ,

Mikel Landa vincitore tappa Piancavallo
Mikel Landa vincitore tappa Piancavallo

A Piancavallo si riapre il Giro d’Italia, che sembrava ormai cosa dell’olandese Tom Doumoulin. La diciannovesima tappa, da San Candido e Piancavallo, è stata icca di colpi di scena, fin dall’inizio. Succede che in discesa da Sappada, i compagni di squadra della maglia rosa si mettono a tirare a tutta, mentre Dumoulin è in fondo al gruppo, e così ne approfittano le squadre di Quintana e Nibali, per lanciarsi a tuttta in discesa.

Per circa 40 km si è assistito ad un inseguimento fra le squadre dei primi tre in classifica, con Dumoulin che recupera grazie all’aiuto degli altri olandesi come Mollema e Kruijswjik.
Quindi va via la fuga con il gruppo dei migliori che praticamente si ferma e si ritrova a 12 minuti.
Due corse in una quindi, davanti per la vittoria di tappa e il resto del gruppo per la maglia rosa.
Ad un certo punto attacca Alberto Rui Costa, con il portoghese ripreso e subito staccato da Mikel Landa, che questa volta tira dritto per arrivare al traguardo da solo e non farsi beffare come nelle ultime due tappe.

Mikel Landa della Sky va a vincere dedicando la vittoria al suo amico Michele Scarponi e rafforza la sua leadership della classifica di miglior scalatore, 2° Alberto Rui Costa a 1’49” e 3° Pierre Rolland a 1’54”.

Ma è la lotta per la maglia rosa che infiamma la corsa. Dumoulin non è spavaldo come ieri e rimasto in fondo al gruppetto dei migliori, si stacca quando a fare il ritmo è Franco Pellizzotti, luogotenente di Nibali, anche questo un segnale sulle sue condizioni. Ma tra gli aspiranti alla vittoria finale nessuno scatta, finché non parte il francese Thibaut Pinot che guadagna ancora in classifica generale.
Così, senza scattare, si ritrova di nuovo in maglia rosa il colombiano Nairo Quintana, ma sono ben 6 i corridori racchiusi in 1 minuto e mezzo, per un Giro che si deciderà negli ultimi chilometri della cronometro di domenica.

Classifica generale: 1° Nairo Quintana in 85:02:40, 2° Dumoulin a 38”, 3° Nibali a 43”, 4° Pinot a 53”, 5° Zakarin a 1’21”, 6° Pozzovivo a 1’30”, 7° Mollema a 2’48”, 8° Yates a 6’35”, 9° Jungels a 7’03” e 10° Kruijswijk a 7’37”.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa

Commenta l'articolo su Twitter...

Può interessarti