Giro d'Italia: a Cassano d'Adda colpo a sorpresa del tedesco Roger Kluge

Di GIANCARLO COSTA ,

Giro d'Italia tappa Molveno Cassano d'Adda vincitore Roger Kluge (foto cyclingnews)
Giro d'Italia tappa Molveno Cassano d'Adda vincitore Roger Kluge (foto cyclingnews)

Tappa pianeggiante la Molveno - Cassano d’Adda di 190 km, una tappa di transizione prima del gran finale delle tappe piemontesi e francesi del Giro d'Italia. Sulla carta una tappa per velocisti, forse l'ultima perchè il gran finale di Torino prevede un circuito con uno strappo da affrontare diverse volte quindi adatto ai colpi di mano. Già, sulla carta, perchè la strada ha emesso altre sentenze. Va via una fuga con tre corridori Daniel Oss (Bmc), Eugert Zhupa (Wilier Southeast) e Pavel Brutt (Tinkoff), che sono tenuti a un 5 minuti dal gruppo, con le squadre dei velocisti che non lasciano troppo spazio. Poi quando mancano una ventina di chilometri, scappano dal gruppo altri 3 corridori Bak (Lotto Soudal), Konovalovas (Fdj) e Belkov (Katusha). A questo punto sono in 6 a collaborare e la fuga riprende vigore. A 2 km dalla fine la fuga sembra finita, ma nell'attimo dell'aggancio a Bak, parte in contropiede Filippo Pozzato, che tenta un colpo grosso anche per dare senso al suo giro. Nel gruppo si guarda e a un chilometro si muove il tedesco dalla IAM Roger Kluge che in progressione raggiunge Pozzato, lo salta e va a conquistare il primo successo in un grande giro. Ex pistard, con una medaglia olimpica al collo, quella di Pechino 2008, ha fatto una vera azione da “finisseur”, agevolato dal fatto che le squadre dei velocisti non hanno più la forza per tenere chiusa la corsa. E c'è un'altra considerazione da fare, è la sesta vittoria di un tedesco nella corsa rosa, tutte in volata o quasi, per i prossimi Mondiali la favorita è già scritta. Da segnalare che la volata di gruppo va a Giacomo Nizzolo, al none secondo posto al Giro d'Italia, almeno si consola con la maglia rossa della classifica a punti.

Invariata la classifica generale con l'olandese Kruijswijk sempre leader a 3' su Chaves, 3'23" su Valverde e 4'43" su Nibali.

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti