Giro del Delfinato (FRA): a Pra Loup vittoria di Romain Bardet, maglia gialla a Van Garderen, Scarponi 4º nella classifica generale

Di GIANCARLO COSTA ,

A Pra Loup vittoria di Romain Bardet, maglia gialla a Van Garderen (foto Bettini/federciclismo)
A Pra Loup vittoria di Romain Bardet, maglia gialla a Van Garderen (foto Bettini/federciclismo)

L’attacco spericolato del francese Romain Bardet sulla discesa del Col d’Allos coronato dal trionfo solitario in vetta a Pra Loup è la scena madre della quinta tappa, la prima con arrivo in salita del Delfinato. Alle spalle del fuggitivo la Sky di Froome ha dettato il ritmo sull’ultima ascesa. Nibali ha retto il passo abbastanza agevolmente, ma quando il britannico ha accelerato a tre km dal traguardo insieme allo statunitense Van Garderen (BMC) e allo spagnolo Intxausti (Movistar), il capitano dell’Astana ha lasciato andare. Nibali è qui per preparare il Tour ed evita giustamente forzature pericolose. Lo scorso anno concluse il Delfinato al settimo posto, poi si è visto come è andata nella corsa che conta.

Froome, dal canto suo, si è preso una piccola rivincita dopo la batosta subita nella cronosquadre, ma non è riuscito a levarsi dalla ruota Van Garderen, che anzi lo ha sopravanzato di quattro secondi, tagliando il traguardo al secondo posto a 36” da Bardet, per indossare poi la maglia di leader con 17” di vantaggio su Intxausti.

Bravo Scarponi,  ottavo a 56” e quarto nella generale a 31”, davanti a Froome e sulla scia del vincitore di giornata Bardet, terzo  a 20”.

5^ TAPPA

1 Romain Bardet (Fra, AG2R La Mondiale) Km. 161 in 4h31’22”

2 Tejay Van Garderen Team (USA, BMC Racing) a 36”

3 Christopher Froome (GBR, Team Sky) a 40”

4 Benat Intxausti (Spa, Movistar team) a 42”

5 Simon Yates (GBR, Orica GreenEdge) a 50”

6 Louis Meintjes (RSA, MTN – Qhubeka) st

7 Andrew Talansky (USA, Cannondale-Garmin Pro Cycling Team) a 55”

8 Michele Scarponi (Ita, Astana Pro Team) a 57”

9 Pierre Rolland (Fra, Team Europcar) st

10 Mathias Frank (Swi, IAM Cycling) st

CLASSIFICA GENERALE

1 Tejay Van Garderen Team (USA, BMC Racing) in 18h03’22”

2 Benat Intxausti (Spa, Movistar team) a 17”

3 Romain Bardet (Fra, AG2R La Mondiale) a 20”

4 Michele Scarponi (Ita, Astana Pro Team) a 31”

5 Christopher Froome (GBR, Team Sky) a 41”

6 Simon Yates (GBR, Orica GreenEdge) a 43”

7 Andrew Talansky (USA, Cannondale-Garmin Pro Cycling Team) a 1’08”

8 Daniel Martin (Irl, Garmin-Cannondale Pro Cycling Team) a 1’162

9 Mathias Frank (Svi, IAM Cycling) a 1’17”

10 Nicolas Roche (Irl, Team Sky) a 1’25”

Fonte federciclismo.it

  • Giornalista pubblicista dal 2004. Direttore responsabile della testata Sport Communities per i siti outdoorpassion.it runningpassion.it snowpassion.it mtbpassion.it dal 2009 al 2015. Proprietario, responsabile editoriale e autore di outdoorpassion.it, runningpassion.it, snowpassion.it, bici.tv dal 2016. Collaboratore della rivista SNOWBOARDER MAGAZINE dal 1996 al 1999 per la realizzazione di articoli sul backcountry, cioè snowboard­alpinismo. Collaboratore della rivista ON BOARD nel 2000 per realizzazione di articoli sul backcountry Responsabile tecnico della rivista BACKCOUNTRY nel 2001. Responsabile tecnico della rivista MONTAGNARD dal 2002, Giornalista Pubblicista dal 2004 Autore, Responsabile Tecnico e Proprietario della rivista MONTAGNARD FREE PRESS dal 2004 al 2006. Collaboratore della rivista MADE FOR SPORT (DOGMA srl) nel 2006. Collaboratore della rivista ALP da 2007 al 2010. Collaboratore del sito www.snowboardplanet.it nel 2007. Facebook: Giancarlo Costa



Può interessarti