Gimondi Bike (BS): trionfano Tony Longo e Blaza Klemencic

Di MARCO CESTE ,

Tony Longo
Tony Longo

Un clamoroso trionfo del team i.idro DRAIN Bianchi ha caratterizzato l’edizione numero 14 della GimondiBike. Il presidenteFelice Gimondi ha potuto gioire alla vittoria del trentino Tony Longo, ma a coronare una giornata che resterà indimenticabile è stato un autentico dominio della formazione diretta dall’ex professionista Massimo Ghirotto e presieduta dal campione di Sedrina che ha piazzato anche al secondo posto l’altoatesino Gerhard Kerschbaumer,  al terzo il colombiano Leonardo Paez, che era il vincitore uscente, e al quarto l’austriaco Alexander Gehbauer. Per Longo si tratta del secondo successo in carriera alla GimondiBike, dopo quello raccolto nel 2011 e la sfortuna che invece l’aveva perseguitato lo scorso anno: “Questa per noi è una gara importante – ha affermato Tony Longo dopo la vittoria –, ogni anno ci teniamo a far bene anche per fare un regalo al nostro presidente Felice Gimondi. Chiudere in quattro della squadra nei primi quattro posti della classifica è qualcosa di speciale credo per tutti noi. Una bella vittoria per me, sono contento dopo la sfortuna dell’anno scorso di essere riuscito a vincere quest’anno”. Decisiva l’ultima salita: “Dopo la fine della prima discesa siamo rimasti io e Gerhard davanti, siamo andati via di comune accordo e abbiamo guadagnato tempo prezioso. Poi sull’ultima salita, dove so che si decide sempre questa corsa, ho capito che oggi stavo meglio io di Gerry e ho allungato. Bella vittoria, sono contento, la dedico a Felice e a tutta la squadra”. Longo, dunque, è stato anche il migliore di giornata nel GP Simes, la cronoscalata alla Madonna del Corno, l’ultima salita di giornata, dove ha scollinato da solo al comando con 42 secondi di vantaggio sul compagno Kerschbaumer e si è lanciato verso il successo.

Dietro alla corazzata Bianchi hanno completato la classifica assoluta il quinto posto del campione italiano Marathon Samuele Porro (Silmax X-Bionic Racing Team) e il sesto di Cristian Cominelli della Avion Axevo, premiato anche con il premio speciale del Giornale di Brescia come miglior bresciano della classifica.

In campo femminile a dettare legge è stata la vice campionessa d’Europa Blaza Klemencic. La slovena della Feenstra-Kenda ha praticamente fatto gara a sé fin dalla prima salita di giornata, quando ha iniziato a prendere il largo e ha scavato il vuoto alle spalle. Secondo posto per la bergamasca Serena Tasca (F.M. Bike Factory Team) e terza la campionessa uscente Elena Gaddoni.  Pienamente soddisfatta la vincitrice Blaza Klemencic: “La gara è stata molto dura e impegnativa, sono felice di questo mio nuovo successo.  Sulla prima salita ho fatto la differenza e poi ho tenuto il ritmo fino alla fine. Per me questo era un test molto importante in vista del prossimo impegno al “Langkawi” in Malesia. Sono soddisfatta”.

Nelle altre categorie agonistiche: tra gli Under 23 vittoria del valtellinese Federico Barri (TiTiCi LGL Pro Team), tra gli Juniores dei bergamaschi Giorgio Rossi e Chiara Teocchi, tra le ragazze, entrambi del team i.idro DRAIN Bianchi.

Un grande successo, oltre 1.400 partecipanti, tantissima gente ad applaudire e a godersi la bella giornata baciata anche da un caldo e gradevolissimo sole che ha fatto da magnifica cornice all’evento organizzato dalla GimaSport di Beppe Manenti.  E per concludere la gioia di Felice Gimondi festeggiato questa mattina con una buonissima torta per celebrare il suo 72° compleanno prima della partenza: “Una grande giornata di sport. I miei ragazzi mi hanno fatto un regalo bellissimo. Piazzarne quattro nei primi quattro posti della classifica è stato un risultato magnifico e poi è arrivata anche la vittoria di Giorgio Rossi e Chiara Teocchi tra gli Juniores. Di più davvero non potevo chiedere. Sono soddisfatto per il mio team e per l’evento davvero riuscitissimo. Vedere tanta gente a bordo strada è stato qualcosa di eccezionale. Questo è il più grande successo!”.

ufficio stampa Gimondi Bike



Può interessarti