Francesco Casagrande vince la Orvieto Wine Marathon

Di MARCO CESTE ,

Francesco Casagrande taglia il traguardo della Orvieto Wine Marathon
Francesco Casagrande taglia il traguardo della Orvieto Wine Marathon

Francesco Casagrande era l’uomo più atteso e non ha tradito le aspettative. Un campionissimo, che dopo anni di successi su strada ha scelto la mountain bike per la sua maturità atletica. Il forte Master 3 della Cicli Taddei ha dominato sin dai primi chilometri una gara entusiasmante, che lo ha visto chiudere in solitaria con un tempo di 1h 42'03". Ad insidiare la leadership di Casagrande ci hanno provato gli altri big presenti al via, su tutti Leopoldo Rocchetti, che alla fine si è dovuto accontentare del secondo posto. Casagrande vola sui sentieri di Orvieto (velocità media 26,45 Km/h) e bissa così il successo dello scorso anno. Nella categoria Donne primo posto per Maria Adele Tuia (Centro Italia Bike Montanini); nel percorso corto successo per Federico Proietti (Soriano Ciclismo).

Da sottolineare la presenza del controllo anti-doping, un’iniziativa accolta positivamente dai partecipanti ed il segnale di un’attenzione sempre crescente nei confronti del circuito Inkospor Umbria Marathon e più in generale dell’attività mountain bike in Umbria.

LA VOCE DEI PROTAGONISTI

Francesco Casagrande (Cicli Taddei), vincitore della IV edizione della Orvieto Wine Marathon: «Quest’anno col fondo asciutto e compatto è stata veramente una gara spettacolare, uno dei tracciati più belli del centro Italia. Sono molto soddisfatto perché sono riuscito ad imporre subito il mio ritmo e a confermarmi in una prova che avevo già vinto lo scorso anno. Ora che la stagione è iniziata gli impegni saranno parecchi e ravvicinati. Spero di essere sempre veloce come oggi».

Maria Adele Tuia (Centro Italia Bike Montanini), prima tra le donne: «Il tracciato è davvero divertente, molto scorrevole e tecnico. Sono riuscita a dare il meglio sin da subito, poi nella seconda parte ho gestito il vantaggio senza particolari problemi».

Federico Proietti (Soriano Ciclismo), trionfatore nel percorso corto: «Questo è un percorso bellissimo, molto tecnico e nel quale non ci si possono mai permettere distrazioni. Io e Daniele Capati siamo sempre stati insieme, dall’inizio fino al traguardo. Qui ad Orvieto ci tengo in maniera particolare, quindi per me è un successo ancora più importante».

Roberta Tardani, assessore allo sport e vicesindaco del Comune di Orvieto: «Una manifestazione straordinaria come tutte quelle organizzate dal Team Eurobici, un’associazione che rappresenta davvero uno dei fiori all’occhiello del nostro territorio. Orvieto è orgogliosa di ospitare eventi di questa portata e la nostra amministrazione è sempre vicina ad uno sport come la mountain bike, capace di essere al contempo strumento di aggregazione sociale e di promozione turistica».

Carlo Roscini, presidente del Comitato Regionale Umbria della Federazione Ciclistica Italiana: «Una bellissima giornata di sole e di sport: va sottolineato ancora una volta il lavoro encomiabile del Team Eurobici Orvieto, di Alessandro Ricci, di Sara Bruzzese e di tutti i loro collaboratori. Nonostante il rinvio a causa del maltempo e la concomitanza di altre manifestazioni oggi al via c’erano più di 500 partenti, un dato che dà la misura della crescita del movimento ciclistico umbro, ormai una realtà riconosciuta a livello nazionale. Inoltre il circuito Inkospor Umbria Marathon ha fatto registrare quest’anno il record storico di abbonati, oltre 200. Significa che la strada tracciata è quella giusta».

Alessandro Ricci, direttore generale del Team Eurobici Orvieto, società organizzatrice dell’evento: «Abbiamo lottato contro il maltempo e contro tantissime difficoltà, eppure siamo riusciti a consegnare ai biker un tracciato all’altezza della situazione, compatto nel fondo e divertente nei passaggi. Questo era il nostro obiettivo principale: vedere il gruppone al via e sentire i tanti commenti positivi dei biker e degli addetti ai lavori ci ha ampiamente ripagato delle energie messe in campo, soprattutto nelle ultime settimane. Per noi del Team Eurobici una bella iniezione di fiducia in vista del Campionato Italiano Ciclocross 2014 in programma a gennaio».

ARRIVO LUNGO: 1. Francesco Casagrande (Cicli Taddei) in 1h42'03"; 2. Leopoldo Rocchetti (Team Cingolani - Specialized) a4'17"; 3. Vito Buono (Team Eurobike) a 5'11"; 4. Stefano Capponi (Moser Cycling Team) a 5'42"; 5. Marco Minucci (Team Cingolani - Specialized) a 5'43";

ARRIVO CORTO: 1. Federico Proietti (Soriano Ciclismo) in 54'47"; 2. Daniele Capati (Race Mountain Pro Team) a 1"; 3. Samuele Grossi (MTB Four Es Bike) a 4'01"; 4. Mario Zaccaria (Atletico Uisp Monterotondo) a 6'48"; 5. Matteo Porta (Soriano Ciclismo) a 10'59".

LEADER INKOSPOR UMBRIA MARATHON

La OWM ha assegnato le prime maglie verdi dell’anno, riservate ai leader di categoria del circuito Inkospor Umbria Marathon MTB.

Questi gli atleti che guidano la classifica provvisoria dopo la prima delle cinque prove in programma:

GIOVANI             Federico Proietti (Soriano Ciclismo)

JUNIORES: Alessandro Monni (U. C. Petrignano)

DONNE UNICA: Maria Adele Tuia (Centro Italia Bike Montanini)

ELITE/UNDER 23: Leopoldo Rocchetti (Team Cingolani - Specialized)

ELITE SPORT: Vito Buono             (Team Eurobike)

MASTER 1: Luigi Ferritto (FRW Oronero)

MASTER 2: Marco Minucci          (Team Cingolani - Specialized)

MASTER 3: Francesco Casagrande (Cicli Taddei)

MASTER 4: Fabio Frosini               (Testi Cicli)

MASTER 5: Massimo Ubaldini (Team Eurobici Orvieto)

MASTER 6+: Stefano Sarti (La Base Terni).

CLASSIFICA RAMPITEAM - Tra le novità di quest’anno c’è la classifica RAMPITEAM. Il regolamento prevede per ognuna delle 5 prove una salita cronometrata (con verifica chip all’ingresso e alla fine) nella quale vengono considerati i 5 migliori tempi di ogni squadra partecipante, poi sommati per la composizione di una speciale classifica, la RAMPITEAM appunto. La squadra che avrà totalizzato il tempo finale più basso sarà proclamata RAMPITEAM ed è prevista la vestizione delle 5 maglie azzurre di leader, che verranno indossate nella successiva tappa del circuito. Al termine del circuito (5 prove senza “scarto”) la società vincitrice della classifica RAMPITEAM verrà premiata con un gadget. Per quanto riguarda la Orvieto Wine Marathon la salita individuata per la sfida fra i RAMPITEAM è stata quella di Morrano, subito dopo il single track di Castel Peccio (lunghezza 1,7 km, pendenza media 9%, pendenza massima 15 %).

A fare meglio di tutte ad Orvieto è stata l’U. C. Petrignano, che ha così vestito per la prima volta nella storia del circuito Umbria Marathon le ambite maglie azzurre RAMPITEAM, che dovranno essere indossate e difese il prossimo 25 aprile in occasione del Trofeo AVIS di Baschi, seconda prova del calendario.

I RINGRAZIAMENTI - Il Team Eurobici Orvieto intende ringraziare tutti coloro che si sono adoperati per la riuscita della manifestazione ed in modo particolare i tanti volontari che hanno messo a disposizione il proprio tempo e le proprie energie per l’allestimento della prova: l’Orvieto Wine Crew stavolta si è proprio superata.

Un grazie alla città di Orvieto per aver predisposto un’accoglienza degna di questo evento e a tutti i biker, umbri e non solo, per aver partecipato in massa.

Un ringraziamento va anche ai tanti sponsor che hanno supportato l’evento: Acqua & Sapone, Fonti di Orvieto acqua minerale, WD-40, Costa d’Oro e naturalmente Inkospor, sponsor ufficiale del circuito Umbria Marathon MTB.

Il comitato organizzatore della OWM esprimere inoltre la propria gratitudine nei confronti degli enti che hanno patrocinato la manifestazione: Protezione Civile di Orvieto, Regione Umbria, Provincia di Terni, Comune di Orvieto e la Federazione Ciclistica Italiana - Comitato Regionale Umbria, sotto la cui egida la prova è stata organizzata.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI MTB IN UMBRIA

La OWM ha tenuto a battesimo la nuova stagione della mountain bike, che adesso entra nel vivo. Nel prossimo mese di aprile è previsto un doppio appuntamento che richiamerà ancora tantissimi biker ai nastri di partenza.

Il 14 aprile a Schifanoia di Narni (TR) parte l’altro grande circuito, l’Umbria Challenge, con la Mediofondo di Schifanoia, la gara di fuoristrada più antica della regione, che celebra quest’anno la 23ª edizione. L’organizzazione è come sempre dell’Associazione Sportiva 2000 del presidente Giorgio Masini.

L’Inkospor Umbria Marathon MTB torna invece il 25 aprile con la seconda prova del calendario, il Trofeo AVIS di Baschi, con allestimento a cura del Team Eurobici Orvieto in collaborazione con l’Associazione Sportiva Amatori Baschi.

Nicola Freddii - Ufficio Stampa Federazione Ciclistica Italiana - Comitato Regionale Umbria



Può interessarti